Rallenta a marzo il traffico internazionale passeggeri sotto gli effetti del terremoto in Giappone e delle crisi in Medio Oriente e Nord Africa. Secondo l’Associazione Internazionale del trasporto aereo (Iata) la domanda è cresciuta a marzo del 3,8% dal +5,8% di febbraio. Accelera invece il traffico cargo, che a marzo ha registrato un +3,7% dal +1,8% di febbraio. Rispetto a febbraio, il traffico passeggeri ha registrato una flessione dello 0,3%, mentre quello cargo è cresciuto del 4,5%. “La ripresa del traffico aereo ha subito un brusco rallentamento a marzo – ha spiegato il direttore generale e ceo della Iata Giovanni Bisignani – Il settore ha perso a livello globale due punti percentuali nella domanda come risultato del terremoto e dello tsunami in Giappone e dei disordini in Medio Oriente e Nord Africa”. L’impatto degli eventi giapponesi sul traffico internazionale globale, in particolare, è stato di una contrazione del traffico a marzo dell’1%. I disordini nel Medio Oriente e Nord Africa hanno comportato una contrazione di 0,9 punti percentuali del traffico internazionale.