Firmato accordo per i buoni lavoro con lo scopo di aumentare l’occupazione flessibile

65

Federalberghi e le altre associazioni di categoria del settore turismo hanno siglato con Italia Lavoro un accordo per l’incremento dell’occupazione regolare e della flessibilità nel lavoro attraverso l’utilizzo dello strumento del voucher per il lavoro occasionale accessorio, ovvero i cosiddetti buoni lavoro. L’intesa, rende noto Federalberghi, persegue un triplice obiettivo: rispondere ai fabbisogni delle imprese e contemporaneamente offrire occupazione regolare sia ai percettori di sostegno al reddito, sia agli inoccupati o disoccupati; promuovere lo snellimento e la semplificazione di modalità e procedure di gestione dei buoni lavoro; promuovere congiuntamente un’informazione più capillare sull’uso e sulle opportunità offerte dai buoni lavoro verso i lavoratori e verso le imprese. “Questo strumento – sostiene Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi – ha contribuito efficacemente a realizzare soluzioni organizzative capaci di aiutare le imprese turistiche a fronteggiare l’estrema instabilità e variabilità della domanda di mercato, come dimostra il fatto che nel nostro settore sono stati utilizzati circa mezzo milione di buoni”. Federalberghi ha predisposto un manuale operativo, realizzato su misura per le imprese e le associazioni territoriali del settore turismo, con l’obiettivo di facilitare l’utilizzo dei buoni lavoro. Il manuale, dal titolo ‘Il lavoro accessorio nel turismo’ e liberamente scaricabile dal sito internet di Federalberghi (www.federalberghi.it), contiene le informazioni necessarie per rendere operativo lo strumento nonché la raccolta delle istruzioni diramate dal ministero del Lavoro, dall’Inps e dall’Inail.