In conferenza stampa durante la fiera BTO 2017 a Firenze, il Sindaco Dario Nardella e la Direttrice del Destination Florence Convention and Visitors Bureau hanno presentato Destination Florence, il primo progetto nazionale di Marketing e Promozione – tra un ente pubblico ed un consorzio professionale privato – sviluppato dal Destination Florence Convention and Visitors Bureau e realizzato in partnership con il Comune di Firenze che permetterà di monitorare i flussi turistici, diversificarne l’offerta e migliorare le strategie dell’intera destinazione Firenze, qualificandone così il profilo dei fruitori e dell’ esperienza.

Per la prima volta in Italia, inoltre, una destinazione si dota di Intelligenza Artificiale per snellire e ottimizzare i flussi turistici. Grazie infatti alla collaborazione con l’Università di Firenze, verrà presentato un innovativo applicativo sviluppato dalla Facoltà di Ingegneria, grazie al Prof. Paolo Nesi ed al suo team, che consente grazie alla Intelligenza Artificiale associata all’applicativo, il monitoraggio dei flussi turistici in tempi reale ed il reindirizzare il turista verso destinazioni di interesse a minore pressione di affollamento.

Il Comune di Firenze, attraverso il proprio partner, punterà a delineare nuove ed efficaci strategie in materia, avendo in mano la governance del turismo e facendosi promotore diretto degli accordi tra istituzioni e privati, chiarendo anche definitivamente i ruoli dei vari attori del territorio. La dispersione dell’offerta e la frammentazione del prodotto, oltre a danneggiare l’immagine della destinazione, costituiscono motivo di forte confusione per i buyers e tutti i potenziali fruitori della città.

“Questo è un progetto unico in Italia – afferma il sindaco Nardella – per ridisegnare le strategie e gli strumenti di miglioramento della qualità dei flussi nelle città ad alta pressione turistica, come la nostra. Grazie al rapporto esclusivo che il Comune di Firenze ha stretto con il Destination Florence Convention & Visitors Bureau, lanceremo la prima piattaforma di informazione, promozione e vendita online di qualificati e certificati servizi turistici della città, allargata anche alla città metropolitana, che include realtà meno note ma di grande pregio turistico.  In questo modo – prosegue Nardella – potremo essere una vera alternativa “su misura” dei grandi player della vendita turistica on line e di massa, mettendo in campo azioni concrete come la guerra al turismo ‘mordi e fuggi’ e al ‘bagarinaggio’ lecito e regolare di ingressi nei musei, che spesso porta a biglietti con forte sovraccarico, a danno dei tanti turisti che vogliono visitare i nostri musei. Puntiamo a migliorare l’offerta turistica della città, decongestionando il centro storico, promuovendo e vendendo destinazioni che appartengono al territorio comunale e metropolitano. È la sfida che tutte le città d’arte italiane devono avere il coraggio di lanciare”.