ExpediaIl gruppo Expedia ha presentato oggi dati e prenotazioni che mostrano una costante crescita nella domanda per i viaggi in Italia negli oltre 150 siti di proprietà del Gruppo in tutto il mondo durante l’ultimo trimestre del 2013. Roma, Milano, Firenze e Venezia si sono confermate come le destinazioni più popolari rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Canada e Giappone sono invece i Paesi che hanno fatto registrare la domanda più alta per i viaggi in Italia. “I mercati tradizionali continuano ad essere fondamentali per l’Italia. La considerazione più affascinante è che questi Paesi continuano a registrare trend in crescita: le prenotazioni per viaggiare in Italia dalla Germania sono ad esempio cresciute più del 60% negli ultimi mesi del 2013 – ha dichiarato Clive Ellul Hawthorn, director of market management per Expedia in Italia – È interessante anche la continua crescita registrata dai Paesi più lontani: coreani e russi sono, ad esempio, particolarmente interessati a visitare l’Italia e questi sono due tra i mercati in più rapida crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”. Secondo i dati del gruppo Expedia, gli alberghi di Venezia hanno registrato la più alta tariffa giornaliera media tra le città italiane durante il terzo trimestre del 2013, con un importo pari a 143 euro, seguiti dall’area alpina (132 euro) e dalla Costiera Amalfitana (130 euro). Taormina è invece la meta che ha fatto registrare il più alto tasso di crescita della tariffa giornaliera media rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente: +16%. I viaggiatori che hanno pagato di più per le loro camere sono quelli provenienti da Filippine (167 euro), Malesia (152 euro), Thailandia (149 euro) ed Australia (133 euro). Durante il quarto trimestre del 2013, la domanda di pacchetti (volo + albergo o auto) per i viaggi in Italia ha registrato un aumento pari al 20% rispetto all’ultimo trimestre del 2012: Regno Unito, Francia, Germania e Stati Uniti hanno registrato il maggior numero di prenotazioni, mentre la crescita più grande è stata registrata da Spagna, Danimarca e Germania.