L’Italia, che vedrà finalmente il ritorno di americani e, nonostante la crisi interna, anche dei giapponesi, si colloca al quinto posto nella graduatoria che misura l’incremento dei flussi da qui al 2015. Le previsioni di flusso sono state annunciate da Angelo Rossini, ricercatore di Euromonitor International. E dunque, secondo Euromonitor, entro il primo lustro di questo nuovo decennio gli arrivi turistici aumenteranno in Italia del 2,2%. Cresceranno di più, e sono in vetta alla classifica delle mete destinate a crescere, gli Stati Uniti, a quota +5,6% soprattutto grazie al contributo del business travel, seguiti dalla Cina a +5,9%, dalla Turchia a +7,7% grazie all’ottimo rapporto qualità-prezzo, e dalla Francia, già in testa agli arrivi mondiali e che salirà ancora del 2,4%.