Quattro anni dopo la posa della prima pietra (27 settembre 2007), il nuovo Palacongressi domani, sabato 15 ottobre, si consegna ai cittadini della provincia di Rimini per diventare uno dei più potenti volani economici a disposizione dell’economia turistica per programmare il suo sviluppo. Un investimento di 117 milioni di euro che ne segue altri promossi in questi anni sul territorio, come il nuovo quartiere fieristico con stazione ferroviaria interna. Investimenti che hanno prodotto sempre risultati positivi in termini di presenze e di indotto, stimolando la riqualificazione delle strutture turistiche, la professionalità delle imprese dell’indotto e dei professionisti che ruotano intorno a questo mondo. Risultati che sono nei numeri del Gruppo Rimini Fiera e nel progresso delle presenze congressuali con il fondamentale ruolo di Convention Bureau della Riviera di Rimini. Oggi il territorio è la destinazione congressuale (2,7 milioni di presenze nel 2010) più importante d’Italia dopo le città metropolitane. Ulteriore vantaggio dalla realizzazione è nella riqualificazione di una vasta area cittadina con la realizzazione di un Raggio Verde che raccorda due parchi cittadini e consente di camminare nel verde fino al mare. E poi una firma prestigiosa, quella di Wolkwin Marg dello studio GMP di Amburgo, fra le prime quindici dell’architettura mondiale contemporanea. All’inaugurazione,  oltre 300 operatori italiani ed esteri del mondo della meeting industry. Fra loro Paolo Zona (presidente di Federcongressi), Patrick Hoffnung (direttore generale del Convention Bureau Italia), Edgar Hirt (presidente AIPC – Association Internationale des Palais des Congrès). Dalle 17.00 di domani 1.500 ospiti nazionali ed internazionali si ritroveranno al Palacongressi. Ad accoglierli Kay Rush, noto volto tv e voce radiofonica (oggi ai microfoni di Radio Montecarlo). In sala Anfiteatro, la benedizione di S.E. Monsignor Francesco Lambiasi, Vescovo di Rimini, e gli interventi del ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, del presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani, del presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni, del sindaco di Rimini Andrea Gnassi e del progettista Wolkwin Marg.
Al termine della cerimonia d’inaugurazione, intorno alle 22.30, il mago riminese dei fuochi d’artificio Antonio Scarpato ha preparato qualcosa di indimenticabile per concludere la serata. Domenica la festa ricomincia con il ‘porte aperte’ dedicato a tutti i riminesi.