“Nel 2009 l’Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, pur in presenza di una forte contrazione delle risorse disponibili, è riuscita a garantire lo standard di qualità nell’azione promozionale e l’efficace gestione economica ed amministrativa della struttura”. Lo evidenzia in una nota lo stesso organismo del settore turistico, riportando quanto annotato dalla Corte dei Conti nella Relazione al Parlamento sul controllo di gestione per l’esercizio 2009. Nella stessa relazione, informa ancora l’Enit, viene sottolineato “che l’Agenzia è stata in grado di fronteggiare il decremento del contributo statale, pari al 27,11% rispetto all’anno precedente, attuando una linea strategica che ha consentito la realizzazione di importanti campagne pubblicitarie a supporto del brand Italia sui principali mercati ed il mantenimento di un impianto promozionale ad ampio raggio. L’incremento del 20,03% del contributo delle Regioni e l’aumento del 37,21% della compartecipazione di soggetti privati alla realizzazione delle iniziative e dei progetti promozionali realizzati dall’Agenzia a beneficio delle destinazioni italiane – si legge ancora nella nota – come riportato nella Relazione della magistratura contabile, dimostra l’apprezzamento e la stima da parte degli stakeholders per la qualità e l’efficacia delle attività realizzate da Enit”. Anche la situazione finanziaria, informa ancora l’Enit citando la Corte dei Conti, “presenta un netto miglioramento, passando dal disavanzo registrato nel 2008 all’avanzo del 2009 da attribuire, secondo l’analisi della Corte, alla circostanza che nel 2009, pur in presenza di diminuzione sia di entrate che di uscite, la diminuzione di queste ultime è risultata più marcata grazie all’efficace azione di razionalizzazione delle spese attuata dall’Agenzia”.