Sempre fedele ad una filosofia che si è dimostrata fin da subito vincente, ovvero quella di un prodotto semplice ed immediato, l’operatore romano si ripresenta quest’anno alla BMT con uno stand proprio e cinque cataloghi tematici: Nord America, Centro e Sud America, Medioriente e Mediterraneo e, infine, la grande novità, ovvero la monografia sul Giappone. La programmazione sulla nuova destinazione, che può contare sulla preziosa sinergia con Cathay Pacific e Korean Airlines, inizierà di slancio con itinerari insoliti e molto accurati firmati da un giapponese doc ed un catalogo monografico che al momento includerà cinque programmi di viaggio, di cui due esclusivi con soli passeggeri Auratours con capogruppo italiano specializzato sulla destinazione. Oltre a questa consistente novità, c’è il Libano inserito di recente all’interno del catalogo ‘Medioriente e Mediterraneo’ e meta recente di un fam trip dedicato alle agenzie di viaggi. La proposta sul Libano sarà analoga a quanto già introdotto in catalogo per Siria ed Arabia Saudita, due delle tre precedenti new entry: partenze garantite con minimo due passeggeri e tour di gruppo. “La formula è testata, di successo e, a nostro parere, ideale per il target di clientela che cerca il giusto rapporto qualità/prezzo e sa che siamo tra i primi a testare la destinazione – spiega Roberto Morgi, sales manager di Auratours – Alcuni  programmi invece saranno creati ad hoc a seconda delle varie esigenze: alberghi in cinque stelle, escursioni private, eccetera”. Alla BMT di Napoli anche le nuove proposte verso gli Stati Uniti, una delle destinazioni di punta dell’operatore romano: “Abbiamo implementato il catalogo – conclude Morgi – con nuove interessanti proposte: le prime sono combinate Usa più Caraibi dedicate al target dei viaggi di nozze, ma non solo, e le seconde sono tour guidati con accompagnatore parlante lingua italiana”.