Hahn Air annuncia un primo trimestre 2019 pieno di successi. La compagnia aerea tedesca, specialista nella biglietteria aerea, ha integrato nei primi tre mesi dell’anno in corso dieci nuovi vettori nella propria rete globale di oltre 350 partner aerei, ferroviari e altri servizi di trasporto.

Tra le nuove partnership, due sono nuovi interline agreement. Da ora è possibile emettere i biglietti per i voli della compagnia aerea low-cost thailandese Nok Air (DD) e della compagnia Precision Air (PW) della Tanzania sul biglietto HR-169 assicurato contro l’insolvenza.

Inoltre, otto nuovi vettori sono entrati a far parte della rete di partner H1-Air del servizio di consolidamento globale Hahn Air Systems. Per conto del tour operator President Travel and Tours, quattro vettori del Nepal possono ora usufruire del prodotto H1-Air: Himalaya Airlines (H9), Shree Airlines (N9), Buddha Air (U4) e Yeti Airlines (YT). Anche AB Aviation (Y6) delle isole Comore, Flair Airlines (F8) del Canada, Skyway CR (LC) della Costa Rica e Germania Flug (GM) della Svizzera hanno optato per la soluzione H1-Air. In totale, dunque, otto nuovi vettori sono ora disponibili con la denominazione H1 in tutti i principali GDS. 100.000 agenti di viaggio in 190 mercati possono prenotare i loro voli ed emetterli sul biglietto HR-169.

Infine, quattro partner già consolidati hanno deciso di ampliare la collaborazione con Hahn Air stringendo un doppio accordo con il provider leader dei servizi di distribuzione. I due vettori del Kenya, Five Forty Aviation (5H) e Fly-SAX (B5), insieme a JC Cambodia Airlines (QD) della Cambogia e Air KBZ (K7) del Myanmar, hanno infatti integrato l’interline agreement con il prodotto H1-Air. Gli agenti di viaggio possono ora trovare i voli nei GDS selezionati con i codici biletterale delle singole compagnie aeree, ma anche in tutti i principali GDS del mondo con il codice H1 di Hahn Air Systems.