Gruppo Nicolaus: raggiunto l’obiettivo dei 100 milioni di fatturato

218

È più che positivo il bilancio che il Gruppo Nicolaus effettua al giro di boa del terzo trimestre del 2019: il risultato lordo è a tre cifre, con il raggiungimento dell’obiettivo dei 100 milioni di fatturato, previsto dalle stime del Gruppo.

Tra i dati maggiormente in evidenza figura l’incidenza sul fatturato del Gruppo, generata dal brand Valtur, che prospetta un valore di circa il 30%, più che proporzionale al peso del prodotto. L’aumento delle camere vendute, inoltre, è del 30% e 125.000 sono i posti volo complessivi, con 45.000 in quota al solo brand Valtur. Il peso del Mar Rosso è stato consistente con un fatturato che alla fine dell’anno è destinato a superare i 12.000.000 di euro, risultato ottenuto nell’arco di 9 mesi di operatività delle strutture.

Osservando in dettaglio i dati fatti segnare dell’estate si registra un incremento degli ordini del 20% che è in linea con la crescita del 20% del numero dei passeggeri (considerando 160.000 come dato assoluto del 2019). Grande soddisfazione anche per le cifre relative a Bodrum e Djerba che prospettano il superamento della soglia prefissata di 6 milioni di euro. Molto buona anche la partenza del prodotto Maldive, la cui apertura è in programma per il prossimo 3 novembre, con un ottimo riscontro presso la distribuzione e la clientela finale. Il Mar Italia si conferma per il tour operator il segmento di business di maggior peso, con un fatturato del 70% sul totale del Gruppo.

“L’anno zero di Valtur ha superato le nostre aspettative: i 7 prodotti facenti capo al brand, frutto di un accurato lavoro di scouting perfettamente coerente con il concept di prodotto, sono stati una scelta vincente, sia in termini di fatturato sia per il numero di passeggeri mobilitati, con una copertura del 30%. Osservando il numero dei passeggeri, Valtur si dimostra già nel suo primo anno un player con performance eccellenti a Bodrum (destinazione in cui siamo il primo operatore), a Djerba e in Mar Rosso, meta in cui siamo presenti con entrambi i marchi e capace di generare numeri molto soddisfacenti a soli 6 mesi dalla prima rotazione”, commenta Roberto Pagliara, Presidente Nicolaus.

Ottimo il riscontro sulla qualità del prodotto anche da parte della clientela: a fine stagione, le strutture Valtur misurano un indice di gradimento complessivo vicino al 90%, con minimi interventi da parte del Customer Care, pari allo 0,07% sul totale degli ordini.

“Nonostante gli ottimi risultati – numerici e di apprezzamento da parte della clientela – non ci accontentiamo: il progetto Valtur è un percorso di medio/lungo periodo. Siamo partiti con energia e siamo costantemente al lavoro per perfezionarlo. Lavorare sulla qualità implica tenere il ritmo di un costante processo di miglioramento, incompatibile con accelerazioni incoerenti con la visione d’insieme. Siamo al lavoro perché il prodotto Valtur sia sempre più in linea con il posizionamento del marchio e con la nostra idea di vacanza fatta di cura maniacale per il dettaglio e di attenzione totale alle esigenze dell’ospite. Fin dall’inizio, il nostro sguardo è stato rivolto senza soluzione di continuità alla definizione di una proposta di vacanza fortemente contemporanea e indimenticabile e proseguiamo lungo questa linea”, continua Roberto Pagliara.

Il gruppo presidia poi l’Oceano Indiano con le new entry a Zanzibar e Maldive: prodotti che incarnano al meglio il DNA Valtur, portandolo alla sua massima espressione, nell’idea di una vacanza di eccellenza, in un contesto naturalisticamente straordinario all’insegna dell’eco-sostenibilità sostenibile all’insegna della massima libertà di scelta, della cura maniacale per i particolari, nonché dell’attenzione totale alle esigenze della clientela.

Tra gli obiettivi prossimi figura il consolidamento del prodotto, affinché la vacanza sia coerente con i format Nicolaus e Valtur. Sul versante delle mete, prosegue il piano di espansione in Mar Rosso, destinazione che continua a riscuotere l’interesse del t.o.

“L’impegno e la responsabilità con cui Nicolaus ha accettato le nuove sfide in un anno complesso per il mercato, con grande attenzione per nostri principali partner, le agenzie di viaggio, sono stati premiati: nella stagione appena conclusa, infatti, abbiamo lavorato con circa 5000 agenzie, di cui 500 top partner fidelizzati che operano costantemente al nostro fianco”, conclude Roberto Pagliara.

L’obiettivo del Gruppo sul fronte distribuzione è arrivare a lavorare con 1000 top partner nell’arco dei prossimi due anni. L’attenzione strategica nei confronti del trade prevede, inoltre, l’attivazione di un ciclo ininterrotto di occasioni di incontro formative, quali Roadshow e webinar, nonché appuntamenti di networking, come gli incontri ad hoc con il  top management. Grande spazio sarà dedicato anche alla conoscenza concreta del prodotto, attraverso una fitta calendarizzazione di Educational e Fam Trip di eccellenza.