Gardaland Resort, cresce la tendenza al turismo esperienziale

222

La tendenza dell’estate 2019 è quella del turismo esperienziale, ovvero esperienze dinamiche e coinvolgenti.  E così la giornata nel Parco Divertimenti di Gardaland prosegue negli hotel del Resort che nel mese di luglio hanno registrato un’occupazione pari al 95%. Ma anche il mese di agosto si prospetta full booked nei tre hotel.

Se è significativa la crescita di prenotazioni da parte del mercato italiano – i Top Visitors sono famiglie di 4 persone provenienti da Roma, Milano, Torino, Napoli e Firenze – sta crescendo sempre più la presenza di turisti stranieri provenienti dall’Europa, ma non solo, tanto che il mercato estero rappresenta attualmente, sul totale delle prenotazioni nei tre hotel, il 50%.

Il turismo estero proviene principalmente dal mercato tedesco (Germania, Austria e Svizzera) ma stanno crescendo gli arrivi dall’Inghilterra – grazie agli 8 voli settimanali provenienti dalle principali città inglesi operati da Jet2holidays, tour operator specializzato in viaggi per famiglie – e da Israele, grazie collegamenti ormai consolidati dall’aeroporto di Tel Aviv a Verona, con voli di linea e charter.

“La tendenza 2019 dei visitatori nei Parchi Divertimento – afferma Aldo Maria Vigevani, CEO Gardaland – è quella di allungare il tempo medio di permanenza, abbinando alla visita anche il soggiorno in hotel. Questo aumenta il livello di soddisfazione della vacanza. Gardaland Resort, con i suoi tre hotel, è diventato ormai una vera e propria destinazione turistica dove soggiornare più giorni per poter vivere a pieno tutte le memorabili esperienze offerte da Gardaland all’interno della meravigliosa cornice del Lago di Garda. Dall’apertura, stiamo registrando picchi altissimi di prenotazioni nei nostri hotel e grandi soddisfazioni anche tra i visitatori del Parco”.

Il caldo non ferma l’alta affluenza di Visitatori nel Parco, dove – se non è possibile fare previsioni sul flusso di agosto – si conferma che a fine luglio la prevalenza degli Ospiti è stata di turisti italiani – provenienti dalle regioni vicinali ma anche dal Centro e Sud, mentre la percentuale degli stranieri si attesta sul 20%.

Tra le novità più apprezzate la nuova attrazione walk-through Foresta Incantata, un percorso interattivo dedicato alle famiglie in un mondo magico tra piante e fiori giganti, alberi imponenti, grandi funghi e creature fantastiche e in cui i bambini hanno un ruolo attivo: la loro missione è infatti quella di trasportare una Pietra Magica lungo tutto il percorso, sfuggendo alla Strega Malvagia e arrivando a posizionare tutte le pietre in un Grande Calderone; soltanto così riusciranno ad aiutare il Mago di Gardaland a spezzare l’incantesimo della Strega Malvagia che minaccia di trasformare la Foresta in pietra.