“Ho letto le dichiarazioni degli albergatori, non capisco perché mettere in allarme un intero settore strategico per il nostro Paese come il turismo”.

Così il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, interviene sull’ipotesi di un aumento dell’IVA sul turismo.

“Lo ha già detto con chiarezza al Ttg di Rimini la sottosegretaria Bonaccorsi e lo ripeto per stroncare queste voci: l’aumento dell’IVA dal 10 al 22 % per hotel e ristoranti non esiste e non esisterà”, conclude il ministro.