La notizia dell’acquisizione ad Aeroviaggi dell’ex villaggio Valtur di Favignana era arrivata nei giorni scorsi, accolta con soddisfazione dal mondo del turismo che vede restituita al mercato una affascinante struttura nelle ancor più affascinanti isole Egadi. L’ufficializzazione è arrivata a stretto giro dallo stesso tour operator che ha annunciato l’ingresso in programmazione del nuovo Favignana Premium Resort, già definito fiore all’occhiello che punta a diventare il primo resort di fascia alta della collection Aeroviaggi grazie agli elevati standard qualitativi e alle soluzioni innovative previste.

Con l’operazione, il Gruppo della famiglia Mangia prosegue un progetto di espansione e di riposizionamento in ascesa portando a 14 il numero dei resort Aeroviaggi e nello stesso tempo si fa “ambasciatore del territorio” promuovendo la riqualificazione dell’area in cui sorge il complesso. Il resort è protagonista di un processo completo di ristrutturazione con interventi sostanziali mirati che incarnano la vision e gli ultimi trend di soggiorno open-air e ecosostenibile di Aeroviaggi. Favignana Premium Resort si compone di oltre 170 camere e 21 villas e suite con terrazze private sul mare, rimodernate nel rispetto della struttura preesistente, all’insegna della massima integrazione con il contesto paesaggistico. Per gli esterni del complesso, interventi specifici di valorizzazione riguardano la creazione di nuove aree verdi e la realizzazione di un impianto sportivo con 2 campi da padel, uno di beach volley, oltre a tennis e calcetto. Il resort che esprime una formula di soggiorno esclusiva, è incastonato nello scenario naturalistico dell’Isola di Favignana, meta ricercata, dal fascino esotico sempre più apprezzata dal turismo italiano e internazionale, che richiama alla mente la bellezza delle Maldive in versione Made in Italy.

L’offerta Aeroviaggi nella struttura è arricchita dall’ampia varietà di escursioni proposte, alla scoperta dei diversi volti di Favignana e dei suoi principali punti di attrazione turistica; è questo il caso, ad esempio, del castello di Santa Caterina, che sorge sui resti della torre di avvistamento saracena, così come del Palazzo Florio di proprietà della nota famiglia Florio o ancora dell’ex Stabilimento delle Tonnare di Favignana in memoria della tradizionale lavorazione del tonno nell’isola. A completamento dell’offerta, la proposta enogastronomica firmata Aeroviaggi nei due ristoranti del resort, main restaurant a buffet e ristorante premium in riva al mare, impreziosita dai sapori delle eccellenze del Made in Italy.

“Siamo orgogliosi di annunciare l’ingresso del Favignana Premium Resort tra le destinazioni Aeroviaggi.” – ha dichiarato Marcello Mangia, Presidente di Aeroviaggi S.p.A.- “L’acquisizione testimonia l’ambizioso piano di crescita di lungo periodo portato avanti dal nostro Gruppo nell’ottica di una nuova visione e del riposizionamento nella fascia medio-alta del segmento.”

Gli fa eco Marco Mangia, Direttore della Divisione Turismo di Aeroviaggi S.p.A. che spiega: “Il lancio del Favignana Premium Resort rinnova e arricchisce l’immagine del brand Aeroviaggi, ampliandone la portata commerciale e riconoscibilità nel mercato, fattori che vanno a vantaggio anche dei partner commerciali storici”.

La new entry apre nuovi scenari per il mercato Aeroviaggi: “Favignana ha un potenziale enorme sul mercato nazionale ed estero e rappresenta di fatto le Maldive italiane – ha sottolineato Luca Di Persio, Global CMO & Revenue di Aeroviaggi S.p.A.  – Con questa operazione andiamo ad arricchire l’offerta di destinazioni proponendo ai nostri clienti un’esperienza di viaggio dal gusto esotico e ricercato, che esprime tutta l’esclusività della formula Aeroviaggi con un’offerta che punta al 5 stelle. Il colore paradisiaco delle acque cristalline di Favignana, lambite da spiagge di sabbia fine e dorata immerse in una natura incontaminata, faranno rivivere ai nostri ospiti il piacere di una meta esotica tutta Made in Italy”.