Europa World si appresta a chiudere i primi 8 mesi dell’esercizio con dati molto positivi, al di sopra dei risultati raggiunti pre-pandemia e è la Turchia a salire sulla vetta più alta del podio, superando nettamente le previsioni già ottimistiche dell’inizio dell’anno.

Per la Turchia, regina dell’estate, Europa World ha incrementato fortemente le partenze previste da catalogo per riuscire a soddisfare la domanda e la destinazione ha superato, nel primo semestre, i fatturati del 2019 con ottime previsioni anche per l’autunno e inverno.

Molte anche le richieste per itinerari culturali in Turchia combinati con soggiorni nei mari tropicali – Maldive, Mauritius, Seychelles – e isole della Grecia, soprattutto per viaggi di nozze.

A seguire, tra le mete più richieste del 2022 per Europa World, si posizionano, in ordine, il Portogallo con le Azzorre, la Spagna, l’Irlanda e Regno Unito, Grecia e Malta.

Se Irlanda e Regno Unito stanno ottenendo un ottimo riscontro di poco inferiore al 2019, il Portogallo e le Azzorre hanno avuto un’esplosione di richieste tale da collocare le vendite di queste destinazioni a superare ogni precedente.

Gli effetti della pandemia hanno portato a un preponderante incremento di domanda di viaggi sull’Europa anche proveniente da fasce di clientela molto giovani che fino a ieri non si rivolgevano agli attori del turismo organizzato per la prenotazione delle loro vacanze.

“Il servizio di assistenza che forniamo e l’aggiornamento costante del nostro personale ci hanno permesso di poter dare ai nostri clienti il supporto necessario per poter viaggiare in tranquillità. Questa preparazione e cura ci è riconosciuta sul mercato e i risultati raggiunti ne sono una dimostrazione.”. Dichiara Daniela Fecchio, titolare Europa World.

“Anche in questo periodo così complicato siamo al fianco delle agenzie e dei loro Clienti con un team organizzato per rispondere in qualsiasi giorno e orario, ai viaggiatori che si trovano ad affrontare cancellazioni di voli e scioperi delle compagnie aeree, fornendo un nostro intervento immediato e dando risposte che ad oggi sono riuscite a gestire la situazione, contenendo al massimo i disagi.”. conclude Daniela Fecchio.