Estate a Vilnius, una boccata d’aria fresca tra cibo e cultura

314

Tante sono le ragioni che spingeranno gli italiani a visitare Vilnius quest’estate: un numero sempre maggiore di eventi culturali, cibo regionale senza pari e temperature che non superano mai i 28 ° C.

Go Vilnius, l’agenzia ufficiale per il turismo e la promozione della capitale della Lituania, propone un’ampia varietà di eventi all’aperto per godere la fresca estate e la scena culturale e gastronomica della città.

Il Midsummer Vilnius Festival (dal 15 al 26 luglio) è un festival annuale di arti dello spettacolo che si tiene nell’affascinante cortile del Palazzo dei Granduchi, situato tra la cattedrale di Vilnius e il castello di Gediminas. Il festival offre 10 performance estremamente variegate: potrete assistere a spettacoli di opera, di teatro, concerti di musica popolare e di musica avantgarde. Uno degli artisti principali dell’edizione di quest’anno è Asmik Grigorian, star dell’opera nativa di Vilnius e vincitrice del premio Female Singer of the Year e degli International Opera Awards del 2019. Dopo il suo debutto alla Scala di Milano lo scorso maggio, ha avuto una grande eco sia sui media italiani che in quelli internazionali.

Per chi ha la possibilità di godere della scena culturale di Vilnius un po’ più liberamente, il Christopher Summer Festival (dal 27 giugno al 28 agosto) rappresenta un’occasione imperdibile. Giunto ormai alla sua 25esima edizione, il festival – che prende il nome dal santo patrono di Vilnius – offre un ampio panorama musicale, il cui punto di forza è la varietà di generi e stili musicali che vengono ospitati ogni sera, come ad esempio il jazz, la musica sperimentale e la musica classica. Il Christopher Summer Festival fa fede al proprio motto: “Tutti i generi sono validi, tranne quelli noiosi.”

Questo luglio, gli amanti del teatro contemporaneo saranno felici di poter girovagare per le strade di Vilnius durante il festival teatrale SPOT (dall’11 al 14 luglio). Le strade, i parchi e le piazze della città ospiteranno decine di performance artistiche, concerti e pièce teatrali contemporanee.  Come dovrebbe essere per qualsiasi festival teatrale di strada che si rispetti, assistere a tutti questi spettacoli innovativi sarà completamente gratuito.

Cinema Under the Stars (dal primo al 31 agosto) offre invece un’esperienza cinematografica unica, che i cinefili ameranno. Organizzato nell’elegante atmosfera del Palazzo dei Granduchi, il festival combina la magica atmosfera delle notti stellate d’agosto con una rassegna di film acclamati dalla critica. I promotori dell’evento assicurano una scelta accurata di pellicole, riservando il giusto spazio a classici, a documentari e a film lituani (sottotitolati in inglese).

Se si volesse degustare dell’ottimo cibo godendo di un panorama mozzafiato, per quattro giorni (dall’8 all’11 agosto) Dinner in the Sky offrirà un’esperienza senza pari. Con la vista di Vilnius ai propri piedi, sarà possibile assaporare i migliori piatti dei maggiori chef del paese, sospesi a 50 metri di altezza. Durante la cena, lo chef del giorno si unirà personalmente ai commensali per illustrare le pietanze preparate. A causa del numero limitato di posti disponibili e dell’enorme popolarità di tale evento, si raccomanda caldamente di prenotare con largo anticipo. E, nel caso non si riuscisse a trovare posto, c’è sempre la possibilità di tornare l’anno prossimo – questa fantastica tradizione è ormai alla sua ottava edizione.

Ma l’avventura gastronomica di Vilnius non finisce qui. Infatti ci sono altre due iniziative: Open Kitchen e Turgus 2.0, il cui obiettivo principale è quello di esaltare la tradizione dello street food di Vilnius. Open Kitchen viene organizzato ogni venerdì e sabato vicino al colorito distretto artistico di Užupis, mentre Turgus 2.0, organizzato ogni domenica presso la stazione centrale, offre la possibilità di degustare le ghiottonerie dello street food circondati da vecchi treni in disuso. Entrambi gli eventi vedono la partecipazione di numerosi food truck e chioschi provenienti da tutto il mondo.