Parte martedì 5 maggio la nuova iniziativa dedicata agli amici della Thailandia ideata da Ente Nazionale per il Turismo Thailandese.

“Metti al tappeto il tuo stress” è un vero e proprio corso base di Muay Thai suddiviso in 12 pillole di lezioni, da 5 minuti ciascuna, che verranno postate sulla pagina ufficiale dell’Ente tre volte a settimana, il martedì, il giovedì e il sabato. Le lezioni saranno condotte da Gianluca Colonnese, Direttore Tecnico della Federazione Italiana di Muay Thai e vedranno un forte processo di interazione con i fan di Facebook.  È un corso che si rivolge a tutti gli amanti del wellnes e del benessere fisico che vuole in qualche modo far divertire e far giocare i nostri fan con la famosa arte marziale delle 8 armi.

Cos’è il Muay Thai? “È un’arte marziale – spiega l’Ente – che deriva dalla lotta ed esercita ormai una grande fascinazione sull’immaginario collettivo. Lo praticava Ryan Gosling in Solo Dio perdona, un film che ha fatto innamorare molti. Più banalmente nota come boxe thailandese, in Italia ha sempre avuto meno fortuna del pugilato ma in realtà ha una storia antichissima ed è anche lo sport nazionale thailandese. Detta “scienza delle 8 armi”, è una disciplina di contatto che prevede l’uso di calci, pugni, gomitate e ginocchiate, anche combinati tra loro. Le origini del Muay Thai sono ancora in parte ignote però ci sono molte storie legate a questa arte. Una di queste narra che a tutti i soldati del regno di Thailandia venisse insegnato il Muay Thai per proteggersi dai nemici delle nazioni vicine”.

“L’isolamento forzato e prolungato per il Coronavirus può provocare stress e disagio psicologico. Una delle conseguenze delle norme di prevenzione è la limitazione delle proprie possibilità di azione. Sebbene siamo portati a vivere in spazi ristretti o nei quali non scegliamo di stare liberamente, questa è una condizione di tutela e dobbiamo ricordarcelo. Sono, però, diversi i modi in cui possiamo vivere questa attesa per un nuovo inizio. Può essere vissuta non solo come un periodo di inquietudine, ma anche come una fase di vita impegnata e responsabile per tornare gradatamente alla vita normale. L’antidoto più forte alla tensione è il desiderio di stare insieme anche grazie agli strumenti che ci fornisce la rete. L’impegno in un progetto collettivo come l’allenamento è uno dei metodi più consigliati per allontanare lo stress e sviluppare in ognuno di noi la forza e la concentrazione per superare le difficoltà”, conclude l’Ente per il turismo thailandese.