Dubai è una città in continua evoluzione. Anche e soprattutto in vista di Expo 2020 sono tante le novità turistiche offerte dalla città.

Qui di seguito una selezione presentata da Dubai Tourism.

Ain Dubai. Situata su Bluewaters Island, Ain Dubai si aggiunge all’elenco dei record mondiali di Dubai. Con i suoi 210 metri di altezza, la gigantesca ruota panoramica sarà la più alta al mondo con la promessa di regalare  una vista mozzafiato sulla bellissima costa della città, sull’impressionante skyline e sulle famose icone come il Burj Al Arab, Palm Jumeirah e il Burj Khalifa . La zona alla sua base sarà ricca di intrattenimento, e ci sarà un grande schermo a LED montato sulla ruota. Oltre ad ospitare Ain Dubai, Bluewaters Island ospita hotel, negozi, ristoranti e case residenziali.

Fondato dalla Dubai Future Foundation, il Museum of the Future mostrerà le più grandi innovazioni, idee prototipo e invenzioni del mondo, consentendo ai visitatori di interagire con i display che incontreranno durante la visita. Ospiterà inoltre corsi avanzati, seminari e conferenze sulla tecnologia all’avanguardia esistente e soluzioni scientifiche per esplorare innovazioni futuristiche.

La libreria Mohammed bin Rashid si svilupperà su 92.903 metri quadrati e includerà un teatro da 500 posti. Sarà situata presso Al Jaddaf, con una bellissima vista sul Dubai Creek. Ospiterà oltre 4,5 milioni di libri, 1 milione di audiolibri e 2 milioni di e-book. La biblioteca presenterà, inoltre, diverse aree per eventi, attività e festival educativi e culturali.

Oltre alle attrazioni sopracitate, ci sono anche tanti nuovi hotel in città.

Address Sky View. Progettato dagli stessi architetti che hanno lavorato al progetto del Burj Khalifa, l’Address Sky View è un hotel a doppia torre situato presso Dubai Downtown. L’hotel dispone di 166 camere collegate a un complesso di appartamenti tramite un unico sky bridge, l’Osservatorio, ai piani 52 e 53, qui è possibile trovare una suggestiva infinity pool e punti ristoro che vantano una vista a 360 gradi su tutta Dubai Downtown. Una particolare caratteristica dell’epico ponte di osservazione è il tubo trasparente che avvolge l’esterno della torre e collega i piani 52 e 53 per un’esperienza adrenalinica unica. Gli ospiti possono anche fare un giro sull’ascensore di vetro panoramico che arriva a oltre 215 metri d’altezza e camminare sul pavimento di vetro lungo 25 metri.

The Manor by JA. Questa struttura che è appena stata inaugurata si compone di 247 stanze e si trova nel quartiere di Al Furjan di Dubai, offrendo una posizione privilegiata per i visitatori che desiderano essere vicini al sito di Expo 2020, all’Al Maktoum Airport e al centro di Dubai South . L’hotel è anche a pochi minuti dal centro commerciale Ibn Battuta e dalla metropolitana.

ME Dubai. Questo hotel è famoso per essere l’unico al mondo ad essere stato completamente progettato dal defunto architetto iracheno-britannico Zaha Hadid. Aprirà le porte il prossimo febbraio e sarà suddiviso tra 74 camere, 19 suite e 94 appartamenti. L’hotel sarà situato all’interno del The Opus, edificio dall’architettura futuristica, che si compone di due torri che si uniscono per assumere la forma di un cubo.

Sofitel Dubai Wafi. Nel secondo trimestre del 2020 aprirà le porte il Sofitel Dubai Wafi, destinato ad essere il più grande hotel Sofitel in Medio Oriente. La struttura di 598 camere includerà 97 appartamenti di lusso, nonché un portafoglio molto ricco di ristoranti di alta classe, tra cui il ristorante asiatico Taiko, creato dall’ executive chef Schilo van Coevorden, il pub britannico The Nine, una moderna brasserie, una pasticceria francese nella hall e un bar a bordo piscina.

LEGOLAND Hotel. Dubai Parks and Resorts nel 2020 diventerà la sede del primo LEGOLAND hotel della regione (e il settimo che aprirà in tutto il mondo). L’hotel con 250 camere sarà caratterizzato da un’area giochi con le sembianze di un castello, un divertente ascensore e modelli Lego in ogni camera. All’ingresso principale, le famiglie saranno accolte da Ollie, il drago modello LEGO, che accoglierà gli ospiti dalla sua torre.

The Palm Tower. La Palm Tower, un imponente complesso residenziale di 52 piani su Dubai Palm Jumeirah, comprenderà 432 residenze di lusso e un hotel a cinque stelle da 290 camere con una vasta gamma di strutture per la ristorazione e il tempo libero, tra cui una piscina a sfioro sul rooftop dell’edificio, un ristorante e un ponte di osservazione. I primi 18 piani dell’edificio saranno occupati dall’hotel di lusso St. Regis Dubai – The Palm, con una vista panoramica su Palm Jumeirah, sul Golfo Arabico e sullo skyline di Dubai.

Anche dal punto di vista dell’offerta gastronomica Dubai offre diverse novità in questo 2020.

ROKA Dubai. Portando il suo stile unico di cucina giapponese Robatayaki contemporanea e un design urbano a Dubai Downtown, il Roka Dubai si troverà all’interno dell’hotel ME by Melia, che aprirà le porte all’interno del The Opus nel quartiere di Business Bay.

The Pangolin. Situato presso The Els Club, a Dubai Sports City, The Pangolin è destinato a portare in tavola un focus europeo, con un tocco africano unico. Con i suoi 60.000 metri quadrati sarà un “lifestyle complex ” su due piani, completo di palestra, piscina, ristorante, bar, salone e terrazza all’aperto.

Cé La Vi. Destinato a diventare uno dei rooftop restauratnt più conosciuti e degni di nota di tutta l’Asia, CÉ LA VI, aprirà al 54° piano dell’Address Sky View, proprio a fianco dell’incredibile piscina a sfioro che collega le due torri dell’hotel. Alla guida del ristorante ci sarà l’executive chef Howard Ko, che vanta oltre 11 anni di esperienza in ristoranti stellati di tutto il mondo.

Dal punto di vista delle infrastrutture, invece, la grande novità sarà la Route 2020, ossia un’estensione della metropolitana di Dubai destinata a servire milioni di visitatori per Expo 2020. L’estensione di 15 km servirà diverse aeree tra cui The Gardens, Discovery Gardens, Al Furjan, Jumeirah Golf Estates e Dubai Investment Park , per poi arrivare al sito di Expo 2020. Il servizio passeggeri inizierà ad essere operativo a maggio 2020, cinque mesi prima dell’apertura dell’Expo. Avrà una capacità di 23.000 passeggeri all’ora per direzione. Servirà il sito di Expo 2020 e i suoi dintorni, estendendosi all’Expo Village ed all’Expo Mall a ovest, e all’Expo Yard verso est.