Negli ultimi anni c’è stata una vera e propria fioritura della scena artistica di Dubai. Marzo è il mese in cui si apre ufficialmente la stagione artistica della città, durante il quale centinaia di artisti, designer, galleristi ed esperti di arte di tutto il mondo si danno appuntamento nell’Emirato.

Queste le principali attrazioni ed eventi legati al mondo dell’arte e del design.

Art Dubai: 25 – 28 marzo 2020. Si tratta della principale fiera degli Emirati Arabi dedicata al mondo dell’arte e del design. Quest’anno, nella sua quattordicesima edizione la fiera riunirà 90 gallerie con opere provenienti da 38 paesi, di cui 21 nuovi paesi tra cui Nigeria, Sudan e Vietnam. La fiera vedrà quattro sezioni: arte contemporanea, arte moderna, arte locale e la nuova sezione “Bawwaba”, il cui nome trae origine dalla parola araba con significato “gateway” e punta i riflettori su un’accurata selezione di lavori provenienti dal Medio Oriente, Africa, Centro e Sud-est Asiatico, e America Latina.

Sikka Art Fair: 19 – 29 marzo 2020. Il nome del festival deriva dalle sikkas, i vicoli del quartiere storico di Al Fahidi dove viene organizzato e durante il quale i visitatori possono perdersi tra le torri del vento trasformate in piccole gallerie d’arte e installazioni. Il 2020 sancisce il decimo anniversario della fiera e vedrà più di 65 artisti trasformare le case del quartiere con installazioni artistiche interattive ispirate al tema di questa edizione: “I sognatori”. I visitatori potranno vedere marionette giganti, graffiti in calligrafia araba, ritratti 3D, coinvolgenti lavori audio-video, live-painting e tante performance. Inoltre, sarà possibile godere di un vasto palinsesto di eventi nella piazza principale, che spazia da concerti di musica classica all’Afro-Tarab, dalla recita di poesie alla visione di interessanti film. Nota estremamente positiva, l’accesso alla manifestazione è completamente gratuito.

World Art Dubai: 8 – 11 aprile 2020. Ritorna nella sua sesta edizione la fiera che ha l’intento di rendere l’arte contemporanea più accessibile. Durante la manifestazione saranno esposte più di 3.000 opere di arte moderna e contemporanea provenienti dalle più importanti gallerie di tutto il mondo e da artisti provenienti da più di 30 paesi, tra cui artisti degli Emirati, icone della pop-art, eclettici fashion artist, espressionisti sperimentali e professionisti della fotografia.

Trai i distretti artistici più vivaci della città ci sono Alserkal Avenue, quartiere che si è sviluppato fino a diventare uno dei distretti artistici più di tendenza della città, riconosciuto tra i principali hub artistici della regione grazie all’insieme di gallerie, caffè e concept store che lo popolano. Il Dubai Design District (d3), un conglomerato urbano dedicato al fashion e al design. Ospita studi di design, gallerie, caffè concettuali di tendenza e negozi per lo shopping. Inoltre, prevede un fitto calendario di eventi creativi aperti al pubblico. E ancora l’esclusivo Dubai International Financial Centre (DIFC), sede di una selezione di gallerie di lusso, che espongono una varietà di opere provenienti da tutto il mondo. Tappa obbligata è la fondazione Farjam che collabora con organizzazioni locali e internazionali allo scopo di diffondere l’arte e la cultura islamica. Altre tappe imperdibili sono la Cuadro Fine Art Gallery e il The Empty Quarter, uno spazio dedicato alla fotografia d’autore. Di interesse anche il Jameel Arts Centre è un centro culturale dedicato all’arte contemporanea con un ricco programma di workshop, visite, dibattiti, proiezioni ed eventi culturali aperti a tutti, dagli artisti, agli appassionati, ai neofiti.