Con il 2019 Dubai chiude un decennio di successo, stabilendo il record assoluto di 16,73 milioni di visitatori internazionali.

Helal Saeed Almarri, Direttore Generale di Dubai Tourism, ha dichiarato: “Le grandi performance che abbiamo registrato nel 2019 hanno contribuito a consolidare la competitività globale del settore turistico di Dubai. L’ultimo decennio, e in particolare il 2019, hanno dato un’accelerazione senza pari verso la visione di sua altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vicepresidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Governatore di Dubai, che punta ad affermare Dubai come città più visitata al mondo. I nostri investimenti strategici, i programmi innovativi di promozione della destinazione, le riforme della politica federale e i partenariati globali a lungo termine continuano a produrre risultati positivi sia nell’attrarre nuovi visitatori che repeaters. Nel 2020, continueremo a rafforzare lo slancio turistico mettendo in mostra le capacità di Dubai nell’ospitare grandi eventi, come Expo 2020, lanciando nuove campagne e programmazioni di intrattenimento, sviluppando partnership con contenuti ancora più ricchi, oltre ad ampliare l’offerta turistica della destinazione”.

Guardando il mercato italiano, il nostro Paese chiude un altro anno in attivo con 247.000 visitatori e una crescita del 6% rispetto al 2018 e del 26,6% sul 2015, quando i visitatori erano 195.000.

Le strategie multi-canale portate avanti da Dubai Tourism in ogni mercato e le campagne internazionali continuano a dare risultati tangibili, prova dell’abilità di reinventarsi della Città confermandosi tra le destinazioni “top of mind” sia per i repeaters che per i nuovi visitatori.

Un altro elemento che ha contribuito a dare ulteriore slancio al turismo in città è stata la nomina di Dubai tra le 10 migliori città del mondo da visitare nel 2020 secondo Lonely Planet, che ha annunciato la sua lista “Best in Travel 2020” lo scorso ottobre.

Dubai rafforza la sua strategia anche grazie a nuove regolamentazioni riguardanti il visto d’ingresso, tra cui la proposta di attuare negli Emirati Arabi Uniti un visto di ingresso multiplo di cinque anni per i turisti di tutte le nazionalità, unite agli sforzi per aumentare la capacità aerea della città, tutti elementi destinati ad aumentare ulteriormente gli arrivi dei visitatori. L’Emirato ha anche annunciato una deroga per il visto turistico per i minori di 18 anni, accompagnati dai genitori, dal 15 luglio al 15 settembre, rafforzando il ruolo di Dubai come destinazione adatta alle famiglie per il periodo estivo.

Campagne ed attività di promozione che hanno stimolato gli arrivi da tutto il mondo. Guardando la classifica mondiale, nel 2019 è stata registrata una forte crescita nei sei principali mercati: India, Arabia Saudita (KSA), Regno Unito, Oman, Cina e Russia, con oltre 7 milioni complessivi di visitatori.

L’India mantiene la sua posizione di primo mercato di riferimento, con con quasi 2 milioni di visitatori. L’Arabia Saudita è al secondo posto con 1,6 milioni di visitatori. Il Regno Unito mantiene il terzo posto con 1,2 milioni di visitatori, nonostante l’instabilità economica data da una sterlina più debole. Anche l’Oman rimane tra i mercati leader al quarto posto con oltre un milione di visitatori e una crescita del  24,3%. La Cina, uno dei mercati con la crescita più veloce, al quinto posto registra 989.000 visitatori nel 2019.