sardegna

Secondo le analisi di Confcommercio sulle presenze turistiche del mese di maggio in Sardegna e le successive prenotazioni per l’estate, si conferma l’inizio di una stagione con buoni risultati e prospettive anche migliori.

Gli indici di occupazione delle camere delle principali località sono tornati a crescere superando i dati del 2019. Il dato di maggio 2022 indica una occupazione di camere che ha toccato il 54,7% a fronte del 48,3% del maggio 2019.
“La situazione appare in chiarissima ripresa, con la domanda da parte del turista straniero che torna a essere preponderante con un 64,2% sul totale delle presenze di maggio – ha sottolineato il presidente Federalberghi Confcommercio Nord Ovest Sardegna, Stefano Visconti – Buona anche la risposta del mercato domestico, cliente prevalente negli anni del Covid”.
Gli operatori traggono elementi di ulteriore conforto dal dinamismo della domanda per i mesi di giugno luglio e agosto in attesa di capire come andrà settembre.
Fra le principali località dell’isola, Alghero sembra soffrire ancora un po’ mentre sul Golfo dell’Asinara l’indice di occupazione delle camere è in risalita e superiore sia alle attese che ai consuntivi del 2019.