L’Ente Nazionale Croato per il Turismo ha lanciato un’ampia campagna di invito e promozione “Credetemi, sono stato lì” nei 12 mercati principali: Italia, Germania, Slovenia, Austria, Polonia, Regno Unito,

Repubblica Ceca, Ungheria, Francia, Paesi Bassi, Slovacchia e Russia. La campagna in Italia parte a giugno e sarà attiva fino alla fine di luglio tramite i social Facebook, Instagram e YouTube, poi attraverso i portali e le testate più lette.

L’obiettivo è quello di invitare gli ospiti a trascorrere le loro vacanze in Croazia e di avvalorare ulteriormente il nostro paese come una destinazione attraente, sicura e ben preparata.

“Si tratta di una nuova campagna diversa da tutte le precedenti, personalizzata e adattata alle preferenze di ogni singolo mercato. È con questo obiettivo che abbiamo deciso di creare messaggi speciali, e i protagonisti principali della campagna sono ospiti soddisfatti che invitano i loro concittadini a venire in Croazia e condividere informazioni di prima mano che il nostro paese è una destinazione ideale e sicura per le vacanze estive “ha affermato il direttore generale dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo Kristjan Stanicic.

I prodotti e le destinazioni turistiche che verranno pubblicizzati sono adattati in modo specifico a ciascun mercato, ovvero sono destinazioni preferite e prodotti turistici attraenti come sole e mare, enogastronomia, nautica, natura, turismo attivo, campeggio e offerta culturale.

Ad esempio, per il mercato italiano sono stati creati messaggi legati alle vacanze (isole croate e spiagge bellissime), aria pulita, enogastronomia e Istria e Quarnaro, isole croate come mete preferite dagli italiani, ha sostenuto la direttrice dell’Ente Nazione a Croato per il Turismo in Italia Viviana Vukelic.

Il Ministro del Turismo e dello Sport Nikolina Brnjac ha dichiarato che la Croazia è assolutamente pronta per iniziare i movimenti turistici. Questa è una continuazione delle attività con cui posizioniamo la Croazia come una destinazione turistica attraente, sicura e ben preparata. Il processo di vaccinazione degli operatori turistici che prevediamo di essere vaccinati entro l’inizio dell’estate si è intensificato, le frontiere per i turisti stranieri sono aperte, il progetto Safe stay in Croatia ha ogni giorno più utenti, abbiamo realizzato più di 300 punti dove è possibile effettuare i test sierologici nelle località turistiche, cofinanziamo il prezzo dei test antigenici per i turisti e avremo dati epidemiologici speciali per le isole. Siamo pronti per la stagione, e ulteriore ottimismo risulta dal miglioramento della situazione epidemiologica, che sappiamo essere fondamentale per l’interesse degli ospiti”, ha concluso il ministro.