Convention Federcongressi&eventi: il nuovo format debutta a Treviso

119

Federcongressi&eventi cambia il format della propria convention che si svolgerà dal 24 al 25 febbraio 2020 a Treviso. L’appuntamento passa da 3 a 2 giornate con l’obiettivo di aumentare la propria platea.

“La decisione di concentrare il programma della convention in due giornate è stata presa dall’associazione per rispondere alle esigenze da tempo avanzate dai professionisti del comparto, impegnati nel conciliare il bisogno di formazione e networking con ritmi di lavoro sempre più serrati”, commenta la Presidente di Federcongressi&eventi Alessandra Albarelli. “Il format più agile della convention non ne riduce, però, la qualità del programma. Anche questa tredicesima edizione sarà infatti ricca di seminari, workshop, tavole rotonde e sessioni plenarie durante i quali i massimi esperti nazionali e internazionali degli eventi, della comunicazione e del marketing approfondiranno i temi più caldi e presenteranno i trend emergenti del settore dando a soci e non gli strumenti più up to date per essere sempre #concretiecompetitivi”.

Anche la scelta della location è in linea con l’obiettivo di rendere più agile ed efficace la convention, ottimizzandone anche il timing. L’intero evento si svolgerà, infatti, al Best Western Premier BHR Treviso Hotel, moderno business hotel che, situato nelle immediate vicinanze del centro storico di Treviso, dispone di un attrezzato e funzionale centro congressi di 13 sale modulabili e di un ristorante che predilige la cucina del territorio.

La candidatura del Best Western Premier BHR Treviso Hotel per la convention è stata presentata dal direttore della struttura Tiziano Simonato: “Siamo onorati di poter finalmente ospitare a Treviso la Convention di Federcongressi&eventi e in particolare nella sua nuova formula che per la prima volta vede concentrati in un’unica location i lavori assembleari con le attività conviviali. La scelta della nostra struttura da parte del direttivo premia l’impegno profuso dalla Famiglia Basso, titolare dell’azienda, che in questi dieci anni di attività ha sempre creduto nella promozione del turismo congressuale, aderendo sin dall’apertura dell’hotel (dicembre 2008) alla più rappresentativa associazione d’imprese e professionisti che operano nella meeting industry”.

“Dopo la positiva esperienza della Convention MPI organizzata con successo nel 2017, con questo evento puntiamo non soltanto a far provare a PCO e meeting planner i servizi della nostra struttura ma a far loro scoprire le bellezze della Marca Trevigiana, con i suoi paesaggi ricchi di arte millenaria a due passi da Venezia e di cultura del “saper fare” come le Colline del Prosecco – Patrimonio Unesco e le tante attività produttive del manifatturiero i cui brand hanno reso famoso questo meraviglioso territorio. La migliore promozione per far scegliere una destinazione a chi sta pianificando un evento è di aver partecipato di persona a una convention e siamo certi che gli stakeholder e le istituzioni locali saranno al nostro fianco anche in questa occasione per dimostrare ancora una volta che i sistemi dell’accoglienza e dell’ospitalità trevigiana e veneta funzionano”, conclude Simonato.