Convention Bureau Roma e Lazio, accordo con Ctrip per lo sviluppo del turismo congressuale

161

Onorio Rebecchini, Presidente del Convention Bureau Roma e Lazio, ha firmato un accordo con Jane Jie Sun, Chief Executive Officer Director di Ctrip, uno dei più grandi colossi del turismo cinese.

Il Convention Bureau Roma e Lazio ha voluto rappresentare l’importanza del turismo MICE per lo sviluppo di questo redditizio segmento di mercato nel nostro territorio.

“È con grande piacere che abbiamo firmato questa intesa con Ctrip – ha commentato il Presidente del Convention Bureau, Onorio Rebecchini – Roma è il punto di arrivo della Via della Seta, ed è questo il momento migliore per aprirsi al turismo MICE in piena espansione”.

Secondo i trend di crescita mondiali la Cina, già prima nel mondo come spesa per i viaggi business e leisure, con 228 miliardi di euro, e nel 2020 sarà prima anche per numero di viaggiatori. Rappresenta, quindi, un mercato importantissimo per Roma e Lazio essendo recentemente entrato tra i primi 10 in arrivo nella Capitale.

Questo non è il primo accordo siglato dal Convention Bureau Roma e Lazio per lo sviluppo del mercato cinese. Già a novembre 2018, nella missione internazionale in collaborazione con ENIT e ICE, assieme a ADR, CBReL aveva firmato un’intesa con CTA China Tourism Academy al fine di promuovere l’offerta congressuale di Roma e Lazio, e sviluppare iniziative che possano migliorare gli standard di servizio incrementando gli scambi con la Cina.

Entrambi gli accordi, a diversi livelli, consentiranno di avere una visione migliore dei movimenti turistici, con dati specifici per orientare le politiche promozionali nei confronti del turismo d’affari e dell’industria congressuale, coordinando iniziative per raggiungere obiettivi comuni.