MASSIMO CAPUTI

“Il nuovo Governo dovrà quasi sicuramente apportare degli adeguamenti al PNRR pur mantenendone fisso l’impianto. Sul turismo, infatti, riteniamo sia necessario una linea di azione dedicata al settore turistico termale. Il PNRR italiano ha fortemente penalizzato il Turismo assegnando solo lo 0.7% delle risorse contro il 9% della Spagna”. Così Massimo Caputi, Presidente Federterme Confindustria nel corso dell’Assemblea dei soci che si è svolta a Chianciano Terme sede degli Stati Generali del Turismo nei prossimi due giorni. “Le imprese del comparto – prosegue Caputi – hanno bisogno di essere rilanciate e messe in condizione di proseguire nell’opera di sviluppo: le aziende, infatti, hanno subito un forte rallentamento sia per il Covid che per effetto delle tensioni internazionali che hanno portato ad un insostenibile incremento dei costi energetici. Il PNRR – conclude il Presidente Federterme – è una occasione unica per resettare in meglio il Turismo italiano assegnandogli parte delle risorse bloccate in progetti infattibili. Chiediamo al Ministro Daniela Santanchè un impegno mirato e prioritario su questo, ricordando che solo sulle istanze dell’art. 1 PNRR Turismo sono state finanziate solo 3.700 imprese su 22.000 richiedenti”.