MASSIMO CAPUTI

“A poche ore dall’apertura della piattaforma Invitalia per gli incentivi alle strutture termali ed alberghiere, le domande presentate hanno già largamente superato il numero prefissato di 3700. I fondi sono quindi già tutti impegnati e avremo almeno 20.000 imprese in lista d’attesa. Ciò dimostra da un lato la bontà della misura, ma dall’altro la pochezza delle risorse rese disponibili e pone in difficoltà tutte le aziende che sono rimaste fuori che hanno preparato piani di investimento e programmato l’utilizzo di risorse apposite. Crediamo, perciò, sia necessario ed urgente che il Governo metta subito a disposizione risorse aggiuntive che vadano a coprire l’ulteriore fabbisogno di investimento e modernizzazione delle strutture turistiche e termali ”. così dichiara Massimo Caputi, Presidente Federterme Confindustria analizzando i primi dati pervenuti dal sistema delle imprese del settore.