Capri e Anacapri, ripreso l’iter congiunto per l’istituzione dell’Area Marina Protetta

270

Le Amministrazioni Comunali di Capri ed Anacapri hanno ripreso l’iter per l’istituzione dell’Area Marina Protetta tra il Comune di Capri e il Comune di Anacapri.

In particolar modo, i rispettivi delegati, Paola Mazzina, Assessore con delega all’Area Marina Protetta, e Maurizio Lo Russo, Consigliere con delega alla risorsa Mare, si sono incontrati più volte per fare il punto della situazione, con relativo scambio di documentazione, nonché unione di intenti per procedere nell’istituzione dell’Area Marina Protetta quanto prima.

A tal proposito, l’Amministrazione di Capri si è impegnata, come primo passo, a portare in Consiglio Comunale l’aumento temporaneo del contributo di sbarco di 0,10 € con destinazione di tali fondi per l’istituzione dell’AMP, seguendo l’iniziativa già concordata e messa in pratica dalla precedente Amministrazione Comunale di Anacapri.

Successivamente, invitati dal Tavolo del Mare – partenariato di associazioni locali attente ai temi marini – i due delegati hanno fatto presente che tra le altre iniziative in programma, contestualmente al citato iter, vi è la volontà di riprendere le attività con la Consulta del Mare – organo intercomunale istituito nel 2010 da entrambi i Comuni con lo scopo di sostenere le Amministrazioni durante la fase istruttoria. A tal proposito, è stato concordato che la Consulta sarà integrata da tutte le associazioni partecipanti al Tavolo del Mare, nel caso non siano già presenti, previa una votazione interna al partenariato.