Archiviato Natale che, come da detto popolare, si è soliti passare in famiglia, il Capodanno è una delle occasioni che gli italiani più amano non solo per salutare l’arrivo del nuovo anno ma anche per visitare posti vecchi e nuovi: ma quali sono le località più gettonate quest’anno? Il portale di prenotazione di case e appartamenti vacanza Holidu, ha realizzato la classifica delle top 30 destinazioni preferite dagli italiani per il Capodanno 2023 indicando, inoltre, anche il numero medio di persone, il numero di notti in media nonché il prezzo medio delle case vacanze per ciascuna destinazione. Il budget? Va dai 146 euro di Bergamo ai davvero poco accessibili 617 euro di Cortina!

Capodanno 2023 si preannuncia domestico: su 30 località solo 2 estere!
Quella che sembrava un trend conseguente alla fase più o meno acuta della pandemia di certo non teso ad incentivare gli spostamenti oltreconfine, pare invece una tendenza strutturale dei nostri connazionali, i quali prediligono in modo netto le destinazioni del Belpaese rispetto a quelle estere: quest’ultime, infatti, risultano essere solo due, entrambe grandi metropoli europee. Al 15mo posto Barcellona, mentre più giù al 27mo posto troviamo Parigi, gettonata nonostante il costo medio giornaliero di soggiorno in questo periodo dell’anno sia quasi da capogiro.

Livigno prima, davanti a Bormio e Roccaraso. Roma e Campiglio completano la top 5!
E veniamo alle località preferite per questo Capodanno: quelle di montagna e prettamente invernali dominano in modo assoluto.

Le due lombarde Livigno e Bormio confermano la loro striscia positiva posizionandosi ai vertici della classifica. Bronzo alla cenerentola Roccaraso unica abruzzese. Quarta Roma: la città eterna è pronta a stregare i suoi visitatori anche all’arrivo dell’anno nuovo, mentre a chiudere la top 5 ci pensa Madonna di Campiglio.

Ponte di Legno e Courmayeur sono sesta e settima, segue la lombarda Aprica, mentre l’incantevole Firenze e Asiago chiudono la top 10.

Trentino-Alto Adige e Lombardia le più rappresentate nella graduatoria
Con 7 località ciascuna, Lombardia e Trentino Alto Adige sono le regioni italiane più rappresentate in classifica. Oltre a Livigno e Bormio, tra le lombarde troviamo Ponte di Legno al sesto posto, Aprica ottava, Bergamo 16ma, Brescia 21ma e infine Milano 22ma. Tra le altoatesine invece solo Madonna di Campiglio in top 10 al quinto posto; Merano, Canazei e Trento in top 20, più in basso Folgaria al 24mo, mentre chiudono San Candido e Pinzolo rispettivamente al 28mo e 29mo posto.

Segue il Veneto con 3 località: Asiago 10ma, Cortina d’Ampezzo al 14mo posto e Verona 26ma.

2 località per Emilia-Romagna,Toscana e Valle d’Aosta.

1 località ciascuna per altre 7 regioni italiane.

Qual è il numero medio di persone per destinazione?
Per la stragrande maggioranza delle località il numero dei vacanzieri medi ammonta a 4, ma sono presenti delle eccezioni: oltre ad Alghero, Canazei e Folgaria, anche a Parigi il numero medio di persone è di 3 (con tutta probabilità per i prezzi alti della capitale francese). In senso opposto per 7 località sono gruppi e famiglie di 5 persone a recarvisi, di cui per la maggior parte si tratta di grandi città italiane ossia Roma, Firenze, Napoli e Milano. La città che invece registra il maggior numero di persone in media è invece Bergamo, unica meta verso cui in media per questo Capodanno si recheranno 7 persone a soggiorno.

Qual è il numero medio di notti per destinazione?
Per la stragrande maggioranza delle località i vacanzieri si fermano in media tra le 5 e le 7 notti. Fanno eccezione per difetto Roccaraso e Firenze con rispettivamente 3 e 4 notti, mentre per eccesso ben 5 località. Se per la sarda Alghero (12ma in classifica generale) e Brescia i giorni sono 9, per 3 località i giorni di permanenza risultano in media addirittura 10; Asiago, Folgaria e Pinzolo: sono loro a dominare in questo senso.

Qual è la città più costosa?
Capodanno a Cortina? Bella idea, ma solo con il portafoglio pieno: per un soggiorno nel periodo di Capodanno si spendono in media 617 euro. Nessuna località si avvicina anche solo lontanamente a questa somma, se pensiamo che Parigi, seconda più costosa, richiede un esborso di “solo” 452 euro. Mete, queste, decisamente non per tutti i budget.

Tra i 300 e i 400 euro, dunque egualmente poco accessibili, le rinomate Courmayeur e Madonna di Campiglio.

Sono ben 16 le località per cui si spende in media tra i 200 e i 300 euro a notte e sono invece 10 le mete sotto il muro dei 200 euro (a cominciare dall’emiliana Sestola), di cui però solo 2 località sotto i 150 euro: si tratta di Aosta con i suoi 149 euro e Bergamo con 146 euro, le più economiche della graduatoria.