Calabria, i turisti crescono a doppia cifra

220

Numeri positivi per il turismo in Calabria. Stando ai dati di Assaeroporti, infatti, negli scorsi mesi di agosto e settembre lo scalo di Lamezia Terme ha registrato rispettivamente il +18% e il +14,5% rispetto agli stessi mesi del 2018, chiuso con oltre 2,5 milioni di passeggeri, con una crescita dell’8,2% sull’anno precedente. Complessivamente, sempre secondo l’associazione, nel bimestre di luglio e agosto di quest’anno gli aeroporti della regione hanno registrato il passaggio di 700.000 passeggeri.

Oltre a Lamezia Terme, che ha avuto la migliore performance di sempre, anche gli scali di Crotone e Reggio Calabria sono vicini a un incremento dell’11,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I numeri dei passeggeri stranieri registrati dall’aeroporto di Lamezia Terme fanno quindi pensare a una conferma dei 9,2 milioni di presenze turistiche in Calabria avute l’anno scorso.

Interessanti anche i dati sulla destagionalizzazione: il turista straniero, infatti, non si limita a visitare la Calabria nell’arco temporale di luglio e agosto, ma anche nei mesi precedenti e successivi, visto che a maggio l’aeroporto di Lamezia Terme ha registrato una crescita di passeggeri stranieri del 12,5% rispetto allo stesso mese del 2018.

“Il record di presenze turistiche registrato negli ultimi due anni e il traffico passeggeri soprattutto dall’estero del 2019, consentono di affermare che abbiamo investito in maniera intelligente – ha dichiarato il governatore della Calabria Mario Oliverio, che riveste anche l’incarico di assessore regionale al Turismo – La destagionalizzazione dell’offerta è particolarmente importante per la filiera del turismo, soprattutto perché può creare economia in Calabria non solo nella stagione prettamente estiva, ma in un periodo più esteso dell’anno che può tranquillamente raggiungere i 180 giorni”.