Il 31 luglio termina dopo 6 anni il mandato di Avital Kotzer Adari alla guida dell’Ufficio nazionale israeliano del Turismo.

“Tanto il lavoro e tante le soddisfazioni. Straordinario l’impegno del team che mi ha affiancato, risultati positivi spesso anche oltre le migliori aspettative. Il mio cuore – le parole di Avital – rimane qui in Italia, che è diventata la mia seconda casa. Insostituibile è l’amore verso la mia Terra, ma l’Italia ha rappresentato un eccezionale momento di crescita professionale e personale”.

“Sono orgogliosa – continua il direttore uscente – dei risultati che sono riuscita ad ottenere, degli oltre 190.000 italiani che hanno visitato Israele nel 2019 e della crescita ottenuta di oltre il 27%. Con grande soddisfazione sono riuscita a far conoscere in modo sempre più ampio il volto di Israele. Questo ritengo essere stato il successo più importante del mio lavoro: aver dato la possibilità agli italiani di conoscere interamente Israele, anche negli ambiti fino a poco tempo fa ignorati, avendo aperto le porte con grande passione a nuovi brand che nei prossimi anni potranno essere sempre più sviluppati”.

“Ora sono pronta per nuove sfide. Ringrazio tutto il mio staff, senza il quale tutte queste attività e questi sogni non sarebbero stati realizzati. Aspetto ora tutti gli amici in Israele”, ha concluso Avital.