Il governo del Nepal ha annunciato di riprendere tutti i voli nazionali e internazionali dal 17 agosto e di riavviare tutte le attività legate al turismo, tra cui l’alpinismo della stagione autunnale.

Secondo la decisione del governo, i voli internazionali saranno ripresi in tre fasi. Nella prima fase, i voli saranno operati verso le destinazioni meno interessate da COVID-19. Successivamente, gradualmente, i voli saranno operati verso altre destinazioni nella seconda e terza fase. Durante il periodo iniziale di ripresa del volo, a tutte le compagnie aeree non sarà consentito di operare tutti i propri aeromobili contemporaneamente. L’autorizzazione a operare su aeromobili sarà data in base alla destinazione e al numero di passeggeri.

Il governo coordinerà con il Ministero della salute per la sicurezza dei passeggeri che viaggiano con voli commerciali in caso di problemi di salute” e elaborerà nuove linee guida sulla gestione dei passeggeri in arrivo dopo il 17 agosto.

Il portavoce dell’Autorità per l’aviazione civile ha affermato che l’aeroporto internazionale di Kathmandu, Tribhuvan International Airport e le rispettive compagnie aeree hanno già preparato le procedure operative standard per riprendere i voli nazionali e internazionali.

Il dipartimento ha già iniziato a preparare le linee guida necessarie per gli scalatori e gli escursionisti che hanno intenzione di visitare il Nepal dopo il 17 agosto e saranno presto pubblicate le procedure operative standard per le agenzie che gestiscono le attività di alpinismo e trekking.