Alitalia prosegue la programmazione di voli cargo per trasportare dalla Cina all’Italia mascherine protettive e altro materiale sanitario necessario per aiutare le strutture ospedaliere del nostro Paese nella gestione dell’emergenza Covid-19.

La Compagnia opererà questa settimana tre voli cargo su Shanghai con Boeing 777, l’aereo con la maggiore capacità di carico della flotta, effettuando una sosta a Novosibirsk, in Siberia, per il cambio dell’equipaggio ai comandi, non essendo possibile l’avvicendamento in Cina a causa delle restrizioni in vigore che impongono la quarantena ai viaggiatori in arrivo dall’Italia, incluso il personale navigante. Questo secondo volo speciale cargo Alitalia dalla Cina atterrerà a Fiumicino giovedì 2 aprile, alle ore 7:15 con stivati oltre 120 metri cubi di forniture medicali fra mascherine, 1 milione e 200 mila, e decine di respiratori per le terapie intensive.

Continua anche il programma di voli speciali per il rimpatrio di connazionali bloccati all’estero, in collaborazione con l’Unità di Crisi della Farnesina, anche su aeroporti non serviti abitualmente da Alitalia.

Un Boeing 777-200ER è in decollo alla volta del Mozambico per andare a recuperare a Maputo i dipendenti di una società petrolifera che arriveranno a Fiumicino nella serata di giovedì 2 aprile.  Un altro Boeing Alitalia arriverà a Fiumicino alle ore 8:10 di venerdì 3 aprile da Goa (India), consentendo di riportare in Italia circa 250 connazionali, come richiesto dall’Ambasciata italiana in India. Per sabato 4 aprile è stato infine organizzato un altro volo speciale da Praga.