Nuovi voli speciali Alitalia, in collaborazione con l’Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri, e più collegamenti di linea per agevolare il ritorno in Italia di migliaia di connazionali, tra i quali molti studenti.

In linea con la missione di assicurare un servizio pubblico essenziale, Alitalia ha incrementato il numero dei voli di linea a cinque al giorno da Londra Heathrow per venire incontro alle esigenze di chi desidera tornare dal Regno Unito. Da Bruxelles i voli Alitalia sono diventati due al giorno per soddisfare anche le esigenze di chi si trova in Olanda, dopo il blocco dei servizi su Amsterdam. Aumentati a due al giorno anche i collegamenti da Parigi.

Prosegue anche l’organizzazione di voli speciali per facilitare il rimpatrio di migliaia di connazionali da quei Paesi verso i quali non è più possibile operare normali servizi di linea, a causa delle restrizioni imposte al traffico aereo da e per l’Italia. Organizzati altri voli speciali in questi giorni: dalla Spagna (Madrid e Malaga) fra il 21 e il 26 marzo, dalla Moldavia (Chişinău) per il 22 marzo, dalla Grecia (Atene) e dalla Polonia (Varsavia) per il 23 marzo, dall’Ucraina (Kiev) per il 25 marzo e dalla Serbia (Belgrado) per il 26 marzo.

Dall’inizio dell’emergenza Alitalia ha già effettuato collegamenti speciali dalle Maldive, Pointe-à-Pitre (Guadalupa), Varsavia, Sofia, Kiev, Madrid, Malaga, Bucarest, Algeri e Tunisi riportando in Italia oltre tremila connazionali.