Air France e Paris Aéroport, partnership per la tracciabilità dei bagagli

172

Air France annuncia che, a partire dal 2020, in collaborazione con Paris Aéroport, inserirà appositi tag dotati di chip RFID (Radio-Frequency IDentification) a garanzia della completa tracciabilità dei bagagli presso l’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle.

Air France è tra le prime compagnie aeree al mondo ad aver deciso di introdurre l’uso di questa particolare tecnologia che sarà utilizzata su circa 8 milioni di bagagli all’anno.

Questa tecnologia verrà gradualmente utilizzata anche negli altri aeroporti in cui opera la compagnia oltre che in tutti i terminal dell’hub Parigi-CDG.

Per Air France e Paris Aéroport, la sfida è duplice: rispondere ai propri clienti in maniera tempestiva ed efficiente in caso di richiesta di informazioni relative i propri bagagli; migliorare il monitoraggio e l’identificazione dei bagagli riducendo i relativi costi operativi.

Secondo il protocollo della “Risoluzione 753”, la IATA (International Air  Transport Association) stabilisce che ogni bagaglio deve essere rintracciato durante il viaggio in qualsiasi momento, a partire dal check-in, durante l’imbarco e il trasferimento in volo, fino all’arrivo nell’aeroporto di destinazione.

Data la recente stima relativa alla crescita del traffico aereo in base alla quale il numero dei bagagli trasportati, che attualmente ammonta a 4,6 miliardi, raddoppierà di anno in anno, la IATA ha dato precise disposizioni affinché l`introduzione della tecnologia RFID avvenga livello globale nei prossimi anni.

“Insieme a Paris Aéroport condividiamo una sfida comune in termini di soddisfazione dei clienti e buon funzionamento delle procedure aeroportuali. Con oltre 50 milioni di clienti trasportati all’anno a bordo dei nostri voli, la tecnologia RFID offre una soluzione innovativa per migliorare l’identificazione e la tracciabilità del bagaglio, garantendone il transito in condizioni di sicurezza e protezione ottimali, oltre che ridurre notevolmente i costi di gestione”, ha affermato Alain-Hervé Bernard, Chief Operating Officer di Air France.

“L’utilizzo della tecnologia RFID migliora le procedure del controllo bagagli che vengono così accuratamente registrati riducendo i tempi di movimentazione e trasferimento, ottimizzandone la gestione e facilitandone significativamente la tracciabilità”, ha dichiarato Marc Houalla, Amministratore Delegato dell’aeroporto Parigi-Charles de Gaulle. “L’utilizzo di questa tecnologia diventa doverosa e ci permetterà di raggiungere l’importante obiettivo che ci siamo preposti, ovvero quello di affermarci come uno dei migliori aeroporti al mondo per la gestione ottimale dei bagagli”.