AIAV, l’Associazione Italiana degli Agenti di Viaggio lancia un messaggio al nuovo governo: “Il nostro settore – spiega il Presidente Fulvio Avataneo – merita maggiore attenzione su base continuativa, non solo in caso di emergenza, attraverso l’istituzione di un tavolo permanente che coinvolga tutte le sigle associative in grado di dimostrare la propria rappresentatività. Non chiederemo nuovi soldi, ma è fondamentale completare l’erogazione dei contributi già stanziati ed è necessario risolvere definitivamente il problema del rimborso dei voucher”. AIAV propone di puntare su una maggiore facilità di accesso al credito per le imprese che hanno utilizzato il denaro dei viaggiatori per mantenere vive le attività, istituendo un Fondo Nazionale rivolto solo a quelle aziende che, diligentemente, hanno pagato i loro corrispondenti italiani ed esteri e, non riuscendo più a recuperare le somme versate, si trovano impossibilitate a rimborsare i viaggiatori. AIAV attraverso il suo presidente chiederà anche più attenzione sulla lotta all’abusivismo, che crea gravissimi danni alle agenzie, all’erario ma soprattutto ai viaggiatori, e sui rapporti con l’ENAC per un maggior controllo dell’operato dei vettori aerei, sempre nell’interesse dei viaggiatori e delle imprese turistiche.