Gli imprenditori italiani del vacation rental hanno incontrato a Roma il Ministro del Turismo massimo Garavaglia per discutere delle difficoltà di un settore che “pesa” 10 miliardi in termini di valore complessivo e conta oltre 200mila immobili gestiti professionalmente.
Ringraziamo il Ministro Garavaglia a cui abbiamo presentato le nostre richieste tra cui misure per favorire il recupero del patrimonio immobiliare dei borghi italiani e norme per supportare le aziende del settore nel percorso di digitalizzazione e professionalizzazione – ha dichiarato Marco Celani, Presidente AIGAB, a margine dell’incontro – con il sostegno del Governo possiamo crescere, creare maggiore occupazione e contribuire in maniera importante alla ripartenza dell’intero comparto del turismo italiano”.

“Contiamo sul Ministro e sul Governo – ha continuato Celani – perché finalmente vengano messe in atto tutte le azioni determinanti per consentire anche al nostro settore di industrializzarsi attraverso procedure sempre più efficienti ed in grado di valorizzare al meglio la filiera che rappresentiamo. Gli affitti brevi sono un modello di ricettività sostenibile e fin dall’estate 2020 hanno dimostrato di saper intercettare i nuovi bisogni dei viaggiatori meglio di altri segmenti, grazie a caratteristiche connaturate come la possibilità di godere una casa in maniera esclusiva e alle garanzie messe in campo dagli operatori professionali come i protocolli di pulizia ed igienizzazione e la protezione delle prenotazioni con polizze assicurative”.