Anche quest’estate, presa in ostaggio dall’afa, si prevede comunque un boom di camperisti. Ma quale sarà il trend che andrà per la maggiore? I borghi freschi, che permettono di fuggire dalla morsa di caldo, in particolare quelli del centro-sud, dove le temperature sono più clementi, con un caldo più secco e sopportabile grazie a un tasso di umidità molto minore rispetto al nord.

Secondo le stime di APC, saranno circa 1,5 milioni i turisti in camper che invaderanno le strade del nostro Paese nel mese di agosto, circa 800.000 italiani e 700.000 stranieri sceglieranno questa tipologia di vacanza puntando quindi su mete di villeggiatura del Belpaese situate in posizioni geografiche fortunate e refrigeranti.

Ecco, sempre secondo APC, le dieci località più gettonate:
– San Candido (Bolzano, temperatura media estiva: 23°)
– Castell’Arquato (Piacenza, temperatura media estiva: 29°)
– Gubbio (Perugia, temperatura media estiva: 32°)
– Caprarola (Viterbo, temperatura media estiva: 31°)
– Campitello Matese (Campobasso, temperatura media estiva: 22°)
– Monteverde (Avellino, temperatura media estiva: 24°)
– Pietramontecorvino (Foggia, temperatura media estiva: 25°)
– Rionero in Vulture (Potenza, temperatura media estiva: 23°)
– Camigliatello Silano (Cosenza, temperatura media estiva 22°)
– Erice (Trapani, temperatura media estiva: 24°)

Simone Niccolai, presidente di APC, commenta: “Analizzando il panorama europeo, si consolida il trend dello scorso anno registrando un netto incremento delle immatricolazioni di autocaravan rispetto a quelle delle caravan. Inoltre, secondo i dati resi disponibili da Eurostat e da Banca d’Italia, circa 8,7 milioni di turisti stranieri e italiani hanno scelto di visitare il Belpaese in autocaravan, caravan o tenda nel 2017, pari al 7,8% degli arrivi totali nella nostra Penisola, con un incremento del +4,5% rispetto al 2016 e un fatturato indotto che si aggira intorno ai 2,6 miliardi di euro”.