Con l’apertura della sua struttura numero 3000 in Europa, Accor conquista un nuovo traguardo. L’ingresso del 26esimo marchio, Mondrian, testimonia poi l’ambizione del Gruppo nel segmento premium e lifestyle.

Accor annuncia l’ingresso del nuovo brand Mondrian con due aperture in Francia. La prima, il Grand Hotel di Cannes, affacciato sulla Croisette, che riaprirà nel 2021 e avrà 75 camere distribuite su 11 piani, un ristorante e un bar che si affacciano sui 4.000 m² di giardino della struttura, meeting room e una spiaggia privata di fronte all’hotel. Nella seconda metà del 2021, Accor si sposta invece verso la città di Bordeaux. L’hotel, costruito intorno al 19esimo secolo, disporrà di 97 camere su tre diversi piani, ciascuna tra i 25 e i 50 m².

“Mondrian -spiegano da Accor – rappresenta un vero e proprio stile di viaggio: il suo design rivoluzionario e la sua configurazione futuristica lo rendono un “must” tanto per i viaggiatori quanto per i local. Cuore pulsante delle più accattivanti scene culturali mondiali, Mondrian mette creatività e innovazione alla portata di tutti. Gli hotel del nuovo brand offriranno ai loro ospiti un paradiso di stile, grazie alla collaborazione con i più grandi nomi del settore e alle incantevoli serate accompagnate da un’offerta F&B di altissima qualità”.

Accor sta cavalcando l’onda di un trend europeo estremamente favorevole – il vecchio continente, meta prediletta dai turisti di tutto il mondo, rappresenta infatti quasi il 50% del portfolio globale. Il gruppo inoltre, entro il 2020, aprirà  350.000 nuove camere in tutto il mondo.

Nel corso degli anni, il Gruppo ha portato avanti una trasformazione radicale, estendendo la sua presenza in Europa e accelerando lo sviluppo dei suoi marchi upscale, un segmento che interessa particolarmente Accor sin dall’acquisizione dei marchi Fairmont, Raffles e Swissôtel nel 2016.

Se nel 2016 il gruppo disponeva di 4 brand nei segmenti Luxury e Premium, ora può vantarne circa 20, 11 dei quali sono presenti in Europa. Tre di questi – Sofitel, Rixos e Fairmont – fanno parte della top 10 dei marchi di lusso nel continente e hanno permesso al gruppo di affermarsi, per la prima volta, come leader in Europa nel segmento del lusso.

Accor non frena la sua ascesa per quanto riguarda i brand luxury e premium in Europa. I contratti sono quadruplicati tra il 2016 e il 2019, cifra che il gruppo intende incrementare di almeno 7 volte entro il 2023.

Il Gruppo prosegue nella sua espansione attraverso operazioni dislocate in tutta Europa. Alcune settimane fa ha infatti annunciato la futura apertura, nel 2021, del primo Novotel in Albania, che amplia l’offerta di Accor nell’Europa sud-orientale.

In soli tre anni, i brand luxury del Gruppo si sono affermati in altri nove Paesi: Bosnia Erzegovina, Croazia, Estonia, Israele, Lettonia, Monaco, Ucraina, Azerbaigian e Kazakistan.

Franck Gervais, CEO Accor Europa, ha dichiarato: “Accor sta rafforzando la sua leadership sul mercato europeo mettendo l’esperienza del cliente al centro del suo approccio e portando a termine con successo i suoi obiettivi: sviluppare l’offerta europea incentrata sul lusso e proporre un portfolio tanto ampio quanto diversificato. Oggi siamo in grado di soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti. I nostri hotel sono spazi vivaci dove gli ospiti sono sempre i benvenuti per mangiare, godersi un concerto, lavorare e svagarsi. Ci impegniamo ogni giorno per offrire una vasta selezione di servizi che rispondano a ogni necessità, in ciascuna delle nostre numerose destinazioni”.