Il Dipartimento di Cultura e Turismo – Abu Dhabi presenta la strategia relativa al settore della cultura che l’emirato ha intenzione di attuare nei prossimi cinque anni, rafforzando le basi e le infrastrutture già esistenti.

Gli obiettivi primari sono preservare e sostenere il ricco patrimonio culturale; aumentare la consapevolezza e l’interesse verso l’arte e la cultura; stimolare la creatività rendendola motore dell’educazione e del cambiamento sociale; sviluppare e impiegare risorse nel settore; contribuire alla crescita economica e alla diversificazione.

Mohammed Khalifa Al Mubarak, Presidente DCT Abu Dhabi, ha commentato: “Sono incredibilmente orgoglioso dei progressi compiuti da DCT Abu Dhabi nel trasformare il panorama culturale dell’emirato. Dopo aver analizzato e presentato i risultati e le statistiche riguardanti il settore culturale, è emerso il grande lavoro realizzato in breve tempo, ma abbiamo ancora molti progetti in cantiere. Il più significativo di questi è lo Zayed National Museum, il museo nazionale degli Emirati Arabi Uniti, che plasmerà ulteriormente le caratteristiche distintive del Distretto Culturale di Saadiyat, rinnovando il cuore pulsante della capitale. Insieme al Louvre Abu Dhabi, il nuovo punto di riferimento darà risalto al patrimonio e alla storia del nostro paese, sottolineando il forte legame con le nazioni di tutto il mondo e definendo il nostro contributo all’interno di una rete globale di scambio interculturale”.

Saif Saeed Ghobash, sottosegretario del DCT Abu Dhabi, ha dichiarato: “La strategia culturale di Abu Dhabi si integra perfettamente con il piano per la diversificazione economica dell’emirato. Mentre la nostra offerta culturale continua a compiere passi da gigante consolidando il nostro status di hub internazionale di livello per l’arte e il patrimonio culturale, i nuovi settori stanno prendendo piede rafforzando ulteriormente il settore turistico in forte espansione. I prossimi anni saranno entusiasmanti e significativi per Abu Dhabi, poiché potremo valutare ed apprezzare l’impatto sociale ed economico delle nostre politiche e iniziative culturali”.

Molti dei traguardi prefissati sono stati raggiunti o verranno realizzati nel prossimo futuro. Sono stati compiuti grandi sforzi per la salvaguardia del patrimonio culturale e storico dell’emirato, promuovendo Abu Dhabi come capitale globale attraverso progetti culturali moderni e all’avanguardia. L’impegno di DCT Abu Dhabi nel preservare l’ambiente storico dell’emirato ha reso possibile anche l’iscrizione di alcuni importanti siti storici di Al Ain nell’elenco dei siti patrimonio Unesco, come Jebel Hafit, Hili e Bidaa bint Saud; così come le sei Oasi della regione, inclusa l’Al Ain Oasis aperta al pubblico. Inoltre, hanno acquisito un valore apprezzabile gli scavi e le testimonianze relative ai siti archeologici di Abu Dhabi, tra cui Marawah, Baynunah e Sir Bani Yas.

Oltre alla tutela dell’eredità storica, DCT Abu Dhabi sostiene la conservazione del proprio patrimonio moderno, sulla scia dei successi riportati dai progetti più recenti, inclusi strutture e siti culturalmente significativi. Il lancio del Louvre Abu Dhabi nel 2017 ha attirato l’attenzione internazionale, fino a raggiungere oltre un milione di visitatori nel suo primo anno di attività e due milioni nel secondo; il complesso di Al Hosn rappresenta un punto di riferimento culturale nel cuore della città; mentre il forte storico Qasr Al Hosn e la Cultural Foundation, che ospita una nuova biblioteca per bambini e oltre 5 mila visitatori ogni settimana, sono stati restaurati e messi a disposizione di tutti gli amanti della cultura.

I progetti in corso includono lo sviluppo del Saadiyat Cultural District, con i futuri Zayed National Museum e Guggenheim Abu Dhabi. L’offerta culturale di Al Ain verrà incrementata dalla Bait Mohammed Bin Khalifa House, dal Jebel Hafit Desert Park, dal Murabba’a Fort e dall’Al Ain Museum.

L’arte e la cultura possono essere utilizzate per coinvolgere i giovani insieme all’intera comunità, creando politiche per costruire e alimentare i settori. La ricca e variegata programmazione annuale offerta da DCT Abu Dhabi spazia tra tutte le forme di espressione creativa. Abu Dhabi Classics, Bait Al Oud e Umsiyat sono solo alcune delle numerose performance musicali, mentre un vasto programma dedicato alle arti visive anima i centri culturali come Manarat Al Saadiyat e la Cultural Foundation, dove le diverse esposizioni si svolgono contestualmente a un calendario di seminari ed iniziative educative. Abu Dhabi accoglie inoltre numerosi festival e rassegne culturali, conferenze e fiere annuali.

In tutto l’emirato sono diffusi diversi programmi di sensibilizzazione e strutture educative. DCT Abu Dhabi ha implementato iniziative di formazione riservate ai giovani come il Talent Development Program, che favorisce lo sviluppo artistico degli studenti talentuosi, applicando nuove politiche e strategie per incentivare il settore. Numerosi progetti hanno permesso all’emirato di ricoprire un ruolo sempre maggiore nello scenario culturale internazionale.