ciao
Home Enti del Turismo Viaggi Levi presenta la Serbia, porta dei Balcani

I Viaggi di Maurizio Levi, in collaborazione con l’Ente Nazionale del Turismo della Serbia, porta in scena, martedì 17 aprile, una terra dalla ricca e plurisecolare storia: la Serbia. La presentazione culturale avrà luogo presso gli uffici Viaggi Levi in Via Londonio a Milano, e vedrà Maurizio Levi – viaggiatore ed esploratore – intervistare Piero Pasini, l’autore della guida “Belgrado e la Serbia” edita da Lonely Planet.

Nel cuore della Penisola Balcanica, nel sudest dell’Europa, al crocevia tra Est e Ovest, tra Nord e Sud, giace la Serbia, un Paese dove molteplici culture e identità si sono incrociate e accumulate per secoli. Il patrimonio storico-culturale della Serbia inizia con i ritrovamenti archeologici e le eredità antiche del periodo preistorico, culminando con le chiese ed i monasteri medievali, alcuni dei quali oggi fanno parte della Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

La Serbia è in cima alle classifiche delle mete dell’anno secondo i media Americani. Il New York Times e la CNN indicano Belgrado e la Serbia come place to be 2018. Il Times elegge Belgrado città della notte, per le energie che emanano i nuovi luoghi del divertimento e della creatività. La Cnn, il canale all news tra i più noti al mondo, sceglie invece le gole sul Danubio(parco del Djerdap, il canyon più profondo d’Europa), il parco nazionale di Tara e le Porte di Ferro per promuovere la Serbia tra i venti luoghi del mondo ideali per una vacanza nel 2018.

Il ricco patrimonio storico-culturale e le bellezze naturali rendono la Serbia una destinazione estremamente interessante, ricca di attrazioni turistiche. Dalla dinamica Belgrado, l’ex capitale della Jugoslavia, ai monasteri ortodossi della zona collinosa della Fruska Gora, dove la vita monastica è rimasta inalterata da generazioni; dagli aspri paesaggi mozzafiato dei monti Tara e Zlatar a quelli più dolci lungo il corso del Danubio. Dopo anni di isolamento la Serbia si avvia, con determinazione, verso un futuro nell’Unione Europea.

Articoli simili

Lascia un commento