ciao
Home L'angolo del Blogger Un’emozione in gommone: Sonu ‘e perda

Chi mi conosce sa perfettamente che non uso lodare persone e/o attrazioni senza averne una conoscenza propria, senza aver testato personalmente, senza aver provato un’emozione. E qui di emozione pura si tratta.

Oggi vi parlo di “Sonu ‘e perda” (il suono della pietra) e avrete già intuito che vi porto in Sardegna, quella vera, quella ai più sconosciuta, quella che ancora respiri il profumo dei suoi posti, quella che quando arrivi ascolti il canto del mare e inali effluvio di mirto, quella che oggi va scoperta da un altro punto di vista: dal largo blu.

Ferragosto è ormai alle spalle e ho voglia di godermi una giornata diversa, distratta, un po’ alla Indiana Jones (ma io di avventuroso ho ben poco).

Come ogni tarda mattina (molto tarda) vado con la mia dolce metà e i miei due quarti sulla spiaggia di Portixeddu, incantevole scorcio che si affaccia sul Golfo del Leone, dove si trova un piccolo ma carinissimo chiosco “Ondanomala” dal quale si godono scorci di spiaggia e mare semplicemente incantevoli. E dove puoi leggere un bel libro in compagnia della tua Ichnusa. E dove puoi prenotare un’escursione in gommone.

E scusate se la chiamo escursione, in verità è un’esperienza emozionale, vissuta a filo d’acqua, sopra il pelo del mare, tra la guglia e la spuma che solo un’imbarcazione può creare.

Conosco Nicola e Davide, due ragazzi che solo un paio di anni fa creano dal nulla una nuova attrazione turistica, ti armano un aperitivo sul mare a base di prelibatezze locali, ti fanno immergere nel blu della costa verde, ti guidano nel godere di panorami mozzafiato, si inventano due itinerari che partono da Portixeddu e arrivano a Masua o a Scivu. Non sto parlando arabo, vi sto elencando dei nomi di posti che da qui a qualche anno diventeranno meta di migliaia di turisti (ahimè…) Posti esclusivi, incantati, quelli che ti lasciano col fiato sospeso, quelli che ti aspetti di vedere alle Maldive o alle Seychelles e che non vedrai mai perchè il territorio è completamente diverso.

Decidiamo di prendere entrambi i gommoni che hanno (e siamo in 14!) e andare alla scoperta di Masua, passando per alcune delle grotte più fantastiche che io abbia mai visto, spettacolari strapiombi sul mare, miniere che hanno fatto la storia della Sardegna e non solo, spelonche con la forma del nord dell’isola, antri a forma di forni, cavità sommerse da acque cristalline e una suggestiva bufadora che, a dire di natii, non avrei mai potuto vedere e scoprire se non grazie a questa incredibile emozione/escursione.

Con noi, in cabina di regia, il comandante Nicola (che per simpatia si fa chiamare “schettino”, ma che fortunatamente sa pilotare come poche altre persone sanno) che ci fa da eccezionale guida. Da qui il loro valore aggiunto: non si limitano a portarti, a farti vedere, a lasciarti entrare in acqua, a traghettarti da una spiaggia all’altra. No. Loro ti spiegano, ti coinvolgono, ti danno le informazioni, ti trasmettono quello che la loro terra ha di magnifico da mostrarti, in modo così naturale da farti sentire parte di qualcosa di più grande, di maestoso, di imperiale.

Quanti di voi sanno che la Sardegna ha quasi 600 milioni di anni ed è la formazione più antica d’Europa? Dalle antiche gallerie (assolutamente da visitare quella Henry), ai passaggi a strapiombo sul mare, alle acque che dal verde smeraldo diventano blu cobalto, agli incredibili faraglioni, al Pan di Zucchero di Masua, alla spiaggia di Cala Domestica, Buggerru, San Nicolao, e di ritorno a Portixeddu, abbiamo investito tre ore della nostra vita in un modo completamente inusuale, ricco di emozioni e di eccitazione e di adrenalina e di impressioni che rimarranno per sempre nelle nostre menti.

Se non ci foste stati voi, Nicola e Davide, non avremmo mai potuto godere di tali bellezze, di tali sensazioni. Grazie, davvero. Dimenticavo, andate a vedere la loro pagina facebook @sonueperda e rimarrete incantati!

Fabio Zinanni
Classe 1973, opero nel turismo dal 1992 e nell’aviazione civile dal 1998. Ho iniziato a lavorare come pony express, giravo per le agenzie di viaggi a consegnare pacchi e documenti, probabilmente sarò stato anche da qualcuno di voi. Mi ritrovo oggi, dopo oltre 25 anni di carriera, ad essere il Sales & Marketing Manager di una delle compagnie aeree più influenti ed importanti del Medio Oriente, quali Saudi Arabian Airlines. Passato dal tour operating alle compagnie legacy (dalla Marcelletti T.O. a Lufthansa, China Airlines, KD Avia, Afriqiyah Airways) conoscendo realtà multi etniche che mi hanno permesso di crescere sia dal punto di vista umano che da quello formativo-professionale. Non tralascio i mie hobbies che sono importantissimi, tra i quali la fotografia e le auto e la scrittura
-Autore del libro “La compagnia aerea, questa sconosciuta”-.

Articoli simili

Lascia un commento