ciao
Home Incoming Ti racconto il mare. Magia, fascino, unicità dei Borghi Storici Marinari di...

 

Un viaggio tra nuclei storici affascinanti, dove ad intrecciarsi sono vicoli, archi, scalette e che in questa alternanza svelano scorci pittoreschi che guardano al mare. Di questa vocazione marinara resta ancora oggi traccia negli avamposti difensivi e strategici, nei relitti di barche, nei trabucchi, nel legame quasi sacrale che le popolazioni intrattengono con il mare. Come la trama di un racconto il regista Gianni De Blasi ha messo in sequenza i volti, le onde, i pescatori, le imbarcazioni, ispirato dalle tante leggende che, tramandate oralmente di generazione in generazione, affascinano sempre più i viaggiatori moderni.

Protagonisti venticinque comuni che si sono guadagnati la denominazione di “Borghi storici marinari di Puglia” individuati sulla scorta di specifici parametri legati alla dimensione storica e a quella urbanistica, alla persistenza di attività economiche legate alla marineria, alla presenza di musei del mare e dell’eco di leggende e racconti popolari che dal mare traggono vita e inseriti nel circuito eco-turistico realizzato dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese Proàgo – Links Management and Technology, nell’ambito del bando di gara gestito dalla Sezione Turismo della Regione Puglia.

 

Manfredonia, Vieste, Peschici, Rodi Garganico, Isole Tremiti, Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Bari, Mola di Bari, Polignano a Mare, Monopoli, Brindisi, Santa Cesarea Terme, Castro, Tricase, Santa Maria di Leuca, Gallipoli, Otranto, Taranto, Santa Maria al Bagno, Porto Cesareo, Savelletri: un immenso microcosmo costella la Puglia dal Gargano al Capo di Leuca, con paesaggi incantevoli, tradizioni, tipicità enogastronomiche.

Sono questi i borghi che hanno ospitato fotografi, giornalisti, narratori e blogger che hanno conosciuto e raccontato tradizioni, usi, storie di pescatori, vivendo inediti itinerari all’insegna di autentiche emozioni, raccontati prima attraverso la mostra fotografica promossa presso il Castello Aragonese di Castro e oggi con il cortometraggio di De Blasi.

25 borghi ricchi di storia, cultura, tradizioni ed enogastronomia, lambiti da un mare incantevole, capaci di donare emozioni uniche a coloro che vi si perdono, creando un’esperienza intima, “slow” e, al contempo, sorprendente.

Animati d’estate, apprezzati d’inverno per la loro atmosfera unica e suggestiva: “I turisti che vengono in Puglia ce li invidiano. I borghi a picco sul mare o adagiati su morbide coste sabbiose, sospesi sulla roccia, circondati dal verde, spesso in pietra bianca. Sono i borghi sul mare della Puglia, venticinque “perle” protagoniste dell’affascinante e suggestivo percorso “Itinerari nella cultura, storia, tradizioni, paesaggi del mare e delle miniere di mare” – ha spiegato l’Assessore Regionale all’Industria Culturale e Turistica, Loredana Capone – I borghi marinari pugliesi, sin dalla notte dei tempi hanno accolto genti e culture di altre aree geografiche provenienti dal mare. Approdi, torri costiere, castelli, pescherie, fari, abitazioni tipiche, monumenti: sono soltanto alcuni degli attrattori dei borghi marinari che, ogni anno, non mancano di affascinare e di coinvolgere emotivamente i tanti viaggiatori che scelgono in misura sempre maggiore la nostra terra per scoprirne anche i segreti più nascosti, i prodotti dell’artigianato e le prelibatezze enogastronomiche. La Regione Puglia ha puntato con entusiasmo e convinzione su questo progetto che ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere le eccellenze marinaresche che impreziosiscono la costa nonché di contribuire alla destagionalizzazione dei flussi turistici. Non dimentichiamo che il 2017 è stato dedicato ai borghi italiani dal Mibact, ossia a quell’immenso patrimonio che costituisce la colonna portante della nostra penisola“.

Itinerari nella cultura, storia, tradizioni, paesaggi del mare e delle miniere di mare” è il progetto interregionale di sviluppo turistico sostenibile che, nell’ambito dei finanziamenti previsti dalla Legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 1227, e dal D.P.R. n. 158 del 24 luglio 2007, annovera la Puglia quale regione partner. In particolare, la Puglia è tra le protagoniste della progettualità insieme alle Regioni Emilia Romagna, capofila del progetto, Liguria, Sardegna, Molise, Sicilia per l’annualità 2007 e con Emilia Romagna, capofila, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Sardegna, Molise e Sicilia per l’annualità 2008.

Il progetto, nel suo complesso, ha come obiettivo principale quello di sviluppare nuove forme di turismo eco-sostenibile che abbiano come elemento centrale ed innovativo la qualificazione, la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico – culturale e paesaggistico del mare, attraverso, in particolare, la creazione di una serie di itinerari eco – sostenibili regionali dei “borghi storici marinari”, nell’ottica di contribuire alla diversificazione del “tradizionale” turismo balneare. Oltre alle azioni comuni, curate dalla regione capofila, il progetto prevede la realizzazione di azioni specifiche a livello dei singoli territori. In tale direzione, la Regione Puglia ha inteso creare e sviluppare un progetto composto da più azioni, in grado di valorizzare il prezioso patrimonio culturale, sociale, ambientale, paesaggistico custodito dai tanti borghi marinari presenti sul proprio territorio.

L’intero progetto rientra nell’azione sistemica “Borghi – Viaggio italiano“, un viaggio alla scoperta di tradizioni e cultura di luoghi meravigliosi.

Articoli simili
0 142
0 164

Lascia un commento