ciao
Home Mice MICE: Firenze si aggiudica il Congresso ACL 2019

La 57esima edizione dell’Annual Meeting of the Association for Computational Linguistics (ACL 2019) si terrà, per la prima volta in Italia, a Firenze, al Palazzo dei Congressi e al Palazzo degli Affari, dal 28 luglio al 2 agosto 2019. Attesi 1.800 partecipanti provenienti da tutto il mondo. Un risultato importante raggiunto grazie al lavoro di squadra tra operatori, istituzioni e comitato scientifico.

L’ACL (Association for Computational Linguisitcs), società scientifica internazionale fondata nel 1962, organizza ogni anno un evento scientifico per promuovere la ricerca nel campo della linguistica computazionale. La conferenza ACL 2017 si è tenuta a Vancouver, in Canada.

La candidatura è stata vinta mettendo in campo il piano incentivi dedicato ai congressi e grazie al lavoro congiunto tra Firenze Convention & Visitors Bureau (FCVB) e suoi soci sostenitori: Firenze Fiera – Congress & Exhibition Centre, l’agenzia PLS Educational (PCO), TC Group – Tecnoconference e Gerist.

“ACL 2019 – afferma Leonardo Bassilichi, Presidente di Firenze Fiera – è una case history di un gioco di squadra fra Firenze Fiera, FCVB, il comitato organizzatore e tutte le istituzioni e realtà cittadine coinvolte nella programmazione di questo importante evento che ha scelto Firenze e il nostro quartiere fieristico-congressuale in Italia come cornice ideale per un incontro costruttivo fra scienza, arte e cultura, alla base dei valori del nostro territorio”.

Il comitato organizzatore è composto da membri di spicco della comunità scientifica italiana, che hanno dato un contributo determinante per la vittoria: Alessandro Lenci, Professore all’Università di Pisa, Bernardo Magnini, ricercatore alla Fondazione Bruno Kessler di Trento, e Simonetta Montemagni, direttrice dell’Istituto di Linguistica Computazionale “Antonio Zampolli” del CNR a Pisa.

“La linguistica computazionale – affermano i membri del comitato organizzatore – è al centro di applicazioni quali i traduttori automatici, gli assistenti personalizzati sui telefonini, e i motori di ricerca guidati dalla semantica, e in generale di tutte le più recenti tecnologie basate sull’Intelligenza Artificiale. ACL 2019 è un’opportunità straordinaria che riunisce a Firenze i maggiori esperti e le maggiori aziende mondiali per progettare il futuro in questi campi. Il risultato è il frutto di un grande gioco di squadra tra centri di ricerca e università italiane, che si sono recentemente aggregate attorno alla Associazione Italiana di Linguistica Computazionale”.

Con il piano incentivi dedicato ai Congressi internazionali, Firenze mette in campo fino a 60.000,00 Euro di servizi a supporto delle candidature e grazie alla collaborazione sinergica tra il Convention Bureau e alcuni dei suoi Soci come Firenze Fiera Congress and Exihibition Centre, il più importante centro congressi della città, Tecnoconference TC Group, specializzata in servizi A/V e la società di catering Gerist Ricevimenti.

Così Carlotta Ferrari, Direttrice di Firenze Convention and Visitors Bureau: “Aver ideato e creato un piano incentivi come il nostro, che coinvolge tutti i principali attori dell’organizzazione di un evento a Firenze, ci consente di essere competitivi e di presentarci al meglio come destinazione per acquisire i più importanti congressi internazionali. Dall’attivazione del piano, infatti, siamo riusciti nel biennio 2016/2017 ad acquisire 11 congressi per un totale di circa 10.000 partecipanti che hanno visitato o visiteranno la nostra città”.

Il Congresso è stato acquisito, infatti, anche grazie ai benefit messi in campo con il piano incentivi che ha consentito di offrire il cocktail di benvenuto e la sede istituzionale a titolo gratuito oltre a vari tool tecnologici che verranno utilizzati durante i giorni del Congresso. FCVB insieme a Firenze Fiera e PLS hanno inoltre ospitato nei mesi scorsi i rappresentanti dell’Association for Computational Linguistics offrendo il necessario supporto ed assistenza in occasione della site visit.

“Siamo molto orgogliosi di questo risultato” – dichiara Luigi Cammi, amministratore unico di PLS – “Firenze dimostra di nuovo di poter ospitare congressi internazionali di questa caratura ed in periodi di alta stagione come quello scelto da ACL, a fine luglio 2019. È un privilegio per noi dare il nostro contributo nell’organizzazione di un congresso di altissimo profilo scientifico e culturale come ACL e siamo contenti di poter essere un partner strategico per la riuscita dell’evento. La collaborazione fra i soggetti coinvolti e la professionalità che tutti noi potremo presentare, non fa che rafforzare il proficuo rapporto instaurato fra i player del settore congressuale fiorentino”.

Articoli simili
0 161

Lascia un commento