ciao
Home Incoming I rifugi di montagna italiani si mettono in rete con un portale

RifuginreteI rifugi di montagna italiani sbarcano in rete per fornire tutte le informazioni utili agli escursionisti: dalle aperture alle condizioni meteorologiche, dal calendario degli eventi agli itinerari, dalle difficoltà dei percorsi agli orari dei mezzi pubblici per raggiungere la zona. Nasce con questo obiettivo il portale rifuginrete.com, uno strumento pensato per essere funzionale alle esigenze di chi vuole frequentare la montagna per una semplice passeggiata o per un’escursione più impegnativa. Messo on line il 20 giugno dello scorso anno con una cinquantina di adesioni, prevalentemente del Nord-Est, il sito conta attualmente quasi cinquecento rifugi su un totale di circa mille sparsi in tutta Italia, dalle Alpi agli Appennini. L’obiettivo dell’iniziativa, lanciata da Mario Fiorentini del Rifugio Città di Fiume e presentata oggi 5 novembre, è di arrivare a coinvolgere tutte le strutture che garantiscono ristoro ed ospitalità a chi va in montagna arricchendo la piattaforma con altre informazioni.
“L’idea – racconta Fiorentini – nasce, quasi per caso, dall’incontro con Luca Stevanato, fisico nucleare, ricercatore all’università di Padova ed appassionato di meteorologia e tecnologia webcam. Gestendo il rifugio con i miei soci, ci siamo resi conto che i nostri clienti, cioè gli escursionisti, soprattutto quelli che arrivavano da oltre confine, trovano a fatica le informazioni utili e necessarie per poter pianificare in modo adeguato la loro vacanza tra i monti. Informazioni che nel web erano disperse in mille rivoli, poco aggiornate, per non dire vecchie e molte volte imprecise o di difficile interpretazione. Abbiamo così iniziato a pensare ad un contenitore in grado di fornire almeno alcune delle risposte alle mille domande che ci venivano quotidianamente poste. In questo modo – spiega ancora Fiorentini – è nato rifuginrete.com, vetrina con quasi cinquecento rifugi al suo interno sparsi su tutto l’arco alpino da Trieste al Colle di Cadibona e poi lungo l’Appennino, fino all’Abruzzo. Alle informazioni sui rifugi abbiamo affiancato un calendario eventi, una sezione dedicata alle alte vie ed ai trekking ed un sistema di ricerca delle strutture per data di apertura, regione, provincia ed itinerario. All’interno del sito molta importanza ha anche la sezione webcam, ultima frontiera del web-marketing territoriale. Al momento sono 24 le webcam a marchio rifuginrete.com installate prevalentemente in provincia di Belluno, ma anche Trento e Pordenone. Proprio la presenza delle webcam ad alta definizione – conclude Fiorentini – ha consentito al sito rifuginrete.com una veloce ed ampia diffusione”.

Articoli simili

Lascia un commento