ciao
Home Associazioni GBreak: SGTour si associa all’Associazione Italiana del Turismo Gay & Lesbian

giornaledelturismo_gbreakSGTour, tour operator dedicato ai viaggi per community, rafforza la sua vicinanza alla community di viaggiatori LGBT italiani associandosi a AITGL, Associazione Italiana del Turismo Gay & Lesbian per il viaggio evento dedicato al target: GBreak.

L’Associazione Italiana del Turismo Gay & Lesbian nasce con lo scopo di promuovere il turismo LGBT in Italia, curando il rapporto con i media e le istituzioni. Inoltre, l’Associazione ha creato uno sportello dedicato al Viaggiatore LGBT dove può ricevere informazioni e assistenza sulle principali destinazioni gay friendly o segnalare eventuali discriminazioni avute nell’usufruire di un servizio turistico.

GBreak è il viaggio evento per la comunità gay nato nel 2006. Con l’acquisizione del brand da parte di SGTour, GBreak ha cambiato logo per sottolineare una nuova animazione completamente targata GBreak che sarà protagonista, dal 1 al 4 giugno a Rimini, della prima edizione estiva del format.

Il valore economico del turismo LGBT viene stimato a livello mondiale tra i 180 e i 197 miliardi di euro l’anno, ed è in continua ascesa. Il profilo del turista LGBT italiano è caratterizzato da un alto livello d’istruzione e da un’elevata posizione lavorativa; ne consegue che la spesa media di viaggio è superiore a quella degli altri turisti e che vengono effettuati più viaggi durante l’anno: di media 2 viaggi per un totale di 9 giorni.

“Per SGTour la community viene prima di tutto durante e al di fuori dei viaggi evento che organizziamo. I partecipanti e i loro diritti sono fondamentali”, commenta Betty Pagnin, Managing Director in SGTour. “Per questo motivo, come siamo iscritti alla World Youth Student and Educational Travel Confederation, l’associazione che difende i diritti dei viaggiatori in età studentesca, che noi portiamo in viaggio con gli ScuolaZoo Viaggi Evento, allo stesso modo abbiamo deciso di associarci a AITGL, per soddisfare e anticipare tutte le richieste e sostenere i diritti dei viaggiatori LGBT che con noi vivono o vivranno GBreak”.

Articoli simili

Lascia un commento