ciao
Home Tour Operator Futura Vacanze: parte bene l’Advance booking “Primi premiati”

giornaledelturismo_futuravacanzeA poche settimane dall’apertura delle vendite, ottima partenza per la campagna di advance booking di Futura Vacanze “Primi Premiati” con un incremento del 40% rispetto allo scorso anno nello stesso periodo.

Tra i punti di forza, oltre ai vantaggi che permettono di offrire ai clienti una scontistica importante e articolata, l’impostazione a più step temporali che abbraccia un periodo molto lungo con l’ultima data utile programmata per il 30 aprile.

La meccanica esclusiva di Futura Vacanze prevede infatti una prima tranche di benefit, con scadenza il 28 febbraio, associata alla promozione Futura Go! con sconti del 50% su una selezione di Villaggi, per le pratiche saldate entro tale data.

Il secondo step, a chi prenota entro il 31 marzo, garantisce di godere dei vantaggi dell’offerta Superbingo con riduzioni fino al 30% e di Vola con Futura con un contributo fino a 200 euro sui pacchetti con Volo per i Villaggi Futura Club, Futura Style e Futura Collection.

Sconto importante fino al 25% anche per i clienti che confermano entro il 30 aprile, grazie alla promozione Bingo che dà anche diritto di beneficiare della garanzia di miglior prezzo.

“Il mercato reagisce molto bene all’impostazione del nostro advance booking. I numeri in costante crescita generati da “Primi Premiati” dimostrano che i clienti hanno compreso chiaramente i vantaggi tangibili e misurabili che offriamo a chi sceglie di prenotare in anticipo. Abbiamo lanciato questa formula nel 2014 sul prodotto Mare e siamo passati, visto il successo avuto, ad estenderla alla programmazione Neve, al Lungo Raggio e alla Montagna Estiva. Le date sono strategiche e spingere avanti il primo step al 28 febbraio, con la possibilità di dimezzare i costi, e fissare l’ultimo fino al 30 aprile con sconti importanti, non solo premia ma consente alle ADV di avere argomenti forti per trasmettere l’idea che il risparmio di chi prenota prima non è puramente virtuale o economicamente simbolico. Lo scorso anno il fatturato generato dall’advance booking è cresciuto del 50% rispetto al 2015 e ci sono le premesse perché questi numeri si ripetano anche per il 2017 con un’ottima ricaduta su tutta la filiera”, commenta Giorgio Lotti, Direzione Vendite.

Articoli simili
0 92

Lascia un commento