ciao
Home Cielo Bancarotta air Berlin: Ethiad si defila, il Governo interviene e Ryanair attacca

air berlin

Dopo Alitalia, arriva un nuovo default  nel settore del trasporto aereo. A far rumore questa volta è il fallimento di air Berlin, il vettore tedesco che, secondo una mota resa pubblica dal Governo, otterrà un prestito per garantire i voli in un momento topico della stagione.

La compagnia è in fallimento dopo che Ethiad ha annunciato di non avere più finanziamenti disponibili. Il ministro dell’Economia tedesco ha assicurato che il governo garantirà un prestito di 150 milioni di euro per proseguire i voli. “Siamo in un momento in cui decine di migliaia di viaggiatori e turisti si trovano i molteplici luoghi di vacanza in tutto il mondo. I voli di ritorno di questi viaggiatori in Germania con air Berlin non sarebbe stato altrimenti possibile” spiegano dal ministero. La compagnia ha dichiarato che con la chiusura dei fondi da parte di Ethiad non c’è altra possibilità per il futuro di air Berlin.

Dal canto suo, Etihad fa sapere di non aver intenzione di iniettare muove risorse nella compagnia di cui detiene la quota di minoranza del 30%. “Siamo stati informati del fatto che air Berlin ha chiesto l’amministrazione. Questo sviluppo è estremamente deludente per tutti, specialmente perché Etihad ha fornito un ampio sostegno ad air Berlin per le sue precedenti sfide di liquidità e gli sforzi di ristrutturazione negli ultimi sei anni – spiega la compagnia con una nota – Con queste circostanze, come socio di minoranza, Etihad non può offrire finanziamenti che possano aumentare ulteriormente la nostra esposizione finanziaria. Restiamo aperti ad aiutare a trovare una soluzione commercialmente sostenibile per tutte le parti”.
All’annunciato intervento governativo si oppone Ryanair che intende anche denunciare alle autorità di concorrenza il coinvolgimento di Lufthansa nella futura amministrazione di air Berlin.

Secondo la compagnia irlandese,  il governo tedesco e la Lufthansa lavorerebbero insieme per ristrutturare la compagnia aerea in crisi con mossa definita come una “cospirazione ovvia” tra il governo tedesco, Lufthansa e air Berlin stessa, ignorando sia le regole comunitarie per la concorrenza che quelle sugli aiuti di Stato.

“Questa insolvenza prodotta è chiaramente creata per consentire a Lufthansa di assumere una air Berlin senza debito che sarà in violazione di tutte le regole di concorrenza tedesche e UE” ha denunciato Ryanair in una dichiarazione chiedendo che la Commissione europea prenda un’azione immediata e decisiva.

Articoli simili

Lascia un commento