ciao
Home Tour Operator Al via il Grand Tour by Valtur winter edition

Dopo l’annuncio della partnership con la prestigiosa Accademia Maestri Cioccolatieri Italiani e della gustosa “Chocolate Experience” in programma fino a febbraio, nuove collaborazioni prenderanno il via nelle prossime settimane per regalare agli ospiti dei resort di Sestriere, Pila, Marilleva e Principe Marmolada esperienze speciali legate al territorio ed al mondo dell’arte, della cultura e dell’enogastronomia d’eccellenza.

Un fitto calendario di eventi ed iniziative per entrare in contatto con le tradizioni locali attraverso esperienze esclusive organizzate con artigiani, artisti, rappresentanti di associazioni culturali, cantine e aziende agricole locali: persone e imprese che hanno raccolto con entusiasmo l’invito di Valtur a portare il territorio fin dentro i resort, unendo le forze per avvicinare sempre più i turisti alle realtà locali e far scoprire il territorio e le sue tradizioni, spesso uniche al mondo.

Il Grand Tour invernale ha preso il via durante le festività natalizie al Principe Marmolada con la “Chocolate Experience” dei Maestri Cioccolatieri Italiani e presso Valtur Marilleva con la partnership con Maso Dei Sapori, una caratteristica bottega locale che propone una selezione di prodotti tipici di qualità legati alla tradizione ed alla cultura del Trentino come grappe, vini, salumi di selvaggina, speck artigianale, formaggi di produzione locale, confetture e miele. Da gennaio a marzo, ogni mercoledì sera al rientro dalle piste, gli appassionati produttori vestiti in abiti tipici ed accompagnati da musiche tradizionali incontreranno gli ospiti Valtur proponendo gustosi assaggi ed affascinanti racconti sulla storia dei prodotti e sui loro metodi di produzione, artigianali e lontani dalle dinamiche delle produzioni industriali. Maso dei Sapori rappresenta un’interessante storia italiana di chi ama il proprio territorio e si fa promotore, con passione e dedizione, della diffusione dei valori della tradizione e della cultura locale.

Sempre a Marilleva, grazie alla collaborazione con il prestigioso Ecomuseo della Val Di Pejo “Piccolo Mondo Alpino”  gli ospiti Valtur potranno assistere ogni mese all’interessante  dimostrazione della lavorazione del lino “Dalla pianta al tessuto”: le abili artigiane accompagnate dai loro telai mostreranno tutte le fasi della tradizionale lavorazione di questo tessuto, esattamente come veniva eseguita anticamente, e faranno scoprire agli ospiti l’utilizzo di questa nobile fibra nella tessitura per la produzione di manufatti ad uso domestico e personale. Valtur è molto fiera di aver intrapreso un tale percorso con un ente locale prestigioso come l’Ecomuseo della Val di Pejo, nato nel 2002 con lo scopo di valorizzare al meglio la cultura locale ed il senso di identità con il territorio e le diverse realtà che vi operano: l’agricoltura e l’allevamento, il legno e le lavorazioni artigianali, l’edilizia rurale e la religiosità, l’acqua come fonte di ricchezza e di vita. L’Ecomuseo, presso la propria sede, organizza anche interessanti laboratori didattici per bambini.

Nei Valtur di Pila, Marilleva e Principe Marmolada le sorprese per gli ospiti proseguiranno poi con le iniziative attivate in collaborazione con Italian Stories, primo portale italiano che, unendo la voglia di viaggiare e quella di imparare un mestiere, trasforma in meta turistica centinaia di botteghe artigiane. La partnership con Valtur prevede otto incontri con otto appassionati artigiani che mostreranno agli ospiti dei resort i loro manufatti, la loro arte, la storia della loro passione per l’artigianato d’eccellenza: tra questi un liutaio, un casaro, un ceramista, artigiani del legno e del gioiello, tessitrici e lanaie che accompagneranno gli spettatori lungo un coinvolgente racconto delle tradizioni del nostro paese. Come Valtur, Italian Stories persegue l’obiettivo di avvicinare il territorio al turista e lo fa stimolando l’incontro diretto con chi fa di cultura e tradizione non solo un’arte ma anche un mestiere, tanto antico quanto moderno, riconosciuto ed apprezzato ai nostri giorni. Dal Piemonte alla Sicilia, dal Trentino alla Puglia, Italian è un grande archivio dell’eccellenza artigiana; un portale Internet per scegliere l’arte che più incuriosisce e l’esperienza che meglio si è disposti a vivere. E proprio una selezione di queste esperienze sarà messa gratuitamente a disposizione nei resort Valtur Principe Marmolada, Valtur Marilleva e Valtur Pila con un fitto calendario di incontri da gennaio a marzo.

Grazie alla disponibilità dell’Unione Folclorica Italiana, i resort Valtur di Sestriere e Pila organizzeranno alcuni incontri con due dei suoi gruppi affiliati, i Danzatori di Bram di Cavour e Traditions Valdôtaines di Aosta, che nell’occasione si esibiranno con canti e balli tradizionali ma soprattutto intratterranno i fortunati presenti con racconti e storie legate alle loro tradizioni, all’abbigliamento, alle scene di danze tradizionali, ai giochi di una volta.
Il gruppo dei Danzatori di Bram di Cavour, nato nel 1989 prendendo il nome da una antica leggenda della Rocca di Cavour, è dotato infatti di costumi ispirati al folclore tradizionale piemontese e propone danze tradizionali occitane e piemontesi avvalendosi di musicisti che suonano gli strumenti tipici: ghironda, organetto, gaboulet, cornamusa.
Il gruppo Traditions Valdôtaines di Aosta, nato nel 1949, propone danze e canti popolari valdostane eseguite da fisarmoniche e ritmate da un originale strumento di legno denominato “fléau” ma anche altri strumenti quali: il flauto, l’armonica a bocca ed il “boeus”, antico attrezzo agricolo rifunzionalizzato che in origine veniva utilizzato per fare il burro; simbolo storico del gruppo è il costume femminile, elegante e vezzoso, che riproduce l’abito portato dalla borghesia della città di Aosta alla fine del 1700.
L’impegno dei due gruppi risponde perfettamente alle finalità di Unione Folclorica Italiana, Federazione riconosciuta ufficialmente dallo Stato Italiano e nata nel 1984 per valorizzare divulgare e mantenere le tradizioni popolari nel campo della musica, del canto, dei costumi e della danza che, nel nostro Paese, presentano una ricchezza incommensurabile nelle varie regioni italiane. Naturalmente, l’incontro con gli ospiti Valtur sarà anche occasione per promuovere la socialità, lo stare assieme, l’educazione al superamento delle individualità, proprio come previsto dallo statuto della Federazione ed assolutamente in perfetta sintonia con lo spirito Valtur.

Dopo il successo ottenuto durante il Tanka Forum 2017, Valtur torna a collaborare con Coldiretti e tra gennaio e marzo Valtur Pila ospiterà Coldiretti Valle d’Aosta e lo Tsaven Campagna Amica con appuntamenti periodici ed interessanti “viaggi” nel territorio agroalimentare valdostano: gli incontri con i produttori di salumi tipici valdostani, erbe officinali, di confetture e trasformati in genere, di Fontina e formaggi locali, prevedono l’esposizione dei loro prodotti ma anche momenti di intrattenimento con spiegazioni sulla storia della singole aziende e dei tipici metodi di produzione. Non mancherà una sempre apprezzata degustazione finale. Coldiretti Valle d’Aosta ha colto con entusiasmo l’invito di Valtur come un’ occasione per trasmettere alle centinaia di ospiti, che settimanalmente soggiornano presso il resort, storie e tradizioni del territorio, dando merito al valore ed al lavoro dei tanti produttori ed agricoltori valdostani in cui in un regione come la Valle d’Aosta, a spiccato valore turistico e dove l’ambiente è di importanza primaria, il mantenimento del suolo e la presenza degli imprenditori agricoli a temperature e pendenze non certo accessibili a tutti, valorizzano ancor più il lavoro agricolo in montagna.

Infine, a completamento delle numerose attività legate al fitness ed alla cura della persona che già riempiono le giornate degli ospiti Valtur, nei resort di Pila e Sestriere saranno proposte quattro speciali settimane dedicate alla pratica dello yoga e dello shiatsu.

Grazie alla partnership con la Scuola Shiatsu Himawary, dal 14 al 21 gennaio al Valtur Sestriere e dal 4 all’11 febbraio al Valtur Pila, un maestro specializzato terrà lezioni quotidiane di introduzione allo shiatsu per imparare ad eseguire una forma semplice ma completa di trattamento ad uso amatoriale: il corso percorrerà la storia di questa disciplina e delle sue origini per poi passare a dimostrazioni pratiche delle posizioni utilizzate e della tecnica nella pressione shiatsu, del trattamento della schiena, della posizione prona e zona cervicale, del trattamento dell’addome e la posizione supina concludendo con il trattamento del viso e della testa.
La scuola Himawary nasce in provincia di Milano nel 2000 ed è Ente di Formazione Convenzionato APOS (Associazione Professionale Operatori Shiatsu) a garanzia della qualità nella formazione di operatori shiatsu; la scuola opera ponendo al centro del proprio progetto il “vivere meglio” delle persone e la salvaguardia della qualità della vita. Tali obiettivi vengono perseguiti costantemente tramite le proprie attività in ambito formativo, culturale e di ricerca. L’ente è quindi attivo e in prima linea per la diffusione di una nuova cultura: la cultura della “vitalità” e propone lo shiatsu nel settore socio-educativo, fuori dall’area sanitaria, esattamente in linea con il progetto che sarà realizzato nei resort Valtur.

Altra importante iniziativa, che ha l’obiettivo di concretizzarsi per l’estate in una vera e propria partnership con la Federazione Italiana Yoga, è quella con Sundaraitalia che, in collaborazione con la Federazione, gestirà l’organizzazione di due speciali settimane di corso di yoga dal 21 al 28 gennaio al Valtur Sestriere e dal 18 al 25 febbraio al Valtur Pila.
Sundaraitalia collabora con la Federazione Italiana Yoga per divulgare, studiare, praticare e proporre la scienza millenaria dello Yoga in ambienti naturali: la pratica dello YOGA realizzata infatti in luoghi particolari, lontani dal caos della vita quotidiana, rappresenta un’eccellente opportunità per il recupero ed il raggiungimento del benessere psico-fisico, per ritrovare serenità ed equilibrio per affrontare e risolvere gli stress della quotidianità: obiettivo che Valtur vuole far raggiungere agli ospiti che si recheranno nei due resort nelle settimane indicate ed aderiranno alle sedute quotidiane di yoga tenute da insegnanti federali.

“Promessa mantenuta, quella fatta lo scorso ottobre in occasione della presentazione del BOOK Valtur 2018 con cui abbiamo rivelato al pubblico l’idea di Grand Tour by Valtur per scoprire non solo le bellezze dei nostri resort ma anche l’unicità e le caratteristiche dei territori nei quali essi sono localizzati”, annuncia Elena David, Amministratore Delegato Valtur. “Un invito a vivere esperienze uniche che rimarranno nella memoria di ogni viaggiatore, di ogni nostro ospite che tornerà a casa con il piacevole ricordo di un soggiorno ricco di emozioni, grazie alla completezza dei servizi offerti nei nostri resort, ma reso ancor più unico da queste esperienze, dalle storie, dagli incontri con persone e personalità speciali, passionali, votate all’arte, alla tradizione ed alla cultura locale. Sono entusiasta e fiera della sensibilità ed attenzione con cui enti privati e pubblici, piccole e grandi realtà imprenditoriali locali, hanno raccolto l’invito di Valtur ad unire le forze nel comune impegno di valorizzazione turistica territoriale, a sostegno di un made in Italy vero, genuino, che ci rende tra i paesi di maggior attrattività turistica al mondo. E noi di Valtur siamo pronti a celebrare sempre più questa enorme potenzialità culturale, artistica e naturale che il nostro Bel Paese ci regala ogni giorno”.

Articoli simili

Lascia un commento